skin adv

Olimpus, il segreto è la programmazione. Angelucci: «Ci stiamo consolidando»¬Ě

 24/03/2023 Letto 688 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Antonio Iozzo
Società:    OLIMPUS ROMA





Tempo di riflessioni in casa Olimpus. Tra i risultati del campo e un ambizioso progetto societario che va inesorabilmente avanti, a 360 gradi, senza tralasciare il minimo dettaglio. Le grandi società fanno così: sono sempre al lavoro per programmare al meglio il futuro.

“Nelle ultime settimane abbiamo pagato le assenze. Stiamo vivendo un momento di flessione, ma fa parte di una stagione”, la premessa di Alessandro Angelucci, che non fa drammi per le tre sconfitte rimediate con con L84, Pescara e Pomezia. Nessun campanello d’allarme, anche se la vittoria manca ormai da quattro partite: “È un campionato difficile ed equilibrato, lo dimostra anche la classifica - osserva il direttore generale -. Le prime sono tutte attaccate, ogni cosa può essere ancora capovolta nei prossimi match. La griglia playoff è ben lontana dall’essere definita”.

L’Olimpus tornerà presto a gioire in campo. Nel frattempo, lavora sodo per regalarsi un futuro ancora più radioso: “Ci stiamo concentrando su un consolidamento strutturale - spiega il dirigente -. Vogliamo perfezionare ogni aspetto, migliorando anche a livello logistico”. Il PalaOlgiata sta diventando sempre più un gioiello: “Abbiamo già raddoppiato la capienza e ampliato gli spogliatoi”, rimarca il diggì con orgoglio. La struttura fisica, ma non solo: “Stiamo continuando a inserire persone all’interno dell’organigramma e del nostro staff. È un lavoro che riguarda tutti i settori, compresa, ovviamente, la scuola calcio, anche in ottica calcio a 11”. Ampliare la struttura, ampliare il proprio organigramma, ma, soprattutto, ampliare gli orizzonti: “Da tempo, portiamo avanti diverse collaborazioni esterne. Il progetto Olimpus 4U, ideato per promuovere attività di beneficenza e contribuire alla realizzazione di progetti solidali, la partecipazione agli eventi organizzati dalla AS Roma Business e tanto altro”. Con un occhio sempre vigile per assicurarsi i migliori prospetti in circolazione: “Ci tengo a sottolineare l’importante attività di scouting anche al di fuori del Lazio, con l’obiettivo di scovare nuovi talenti per le nostre categorie giovanili - conclude Angelucci -. Ce lo impone la riforma: la linea è stata tracciata”. E l’Olimpus non vuole farsi trovare impreparato. Le grandi società, d’altronde, fanno così: guardano avanti e programmano in anticipo con una visione a medio-lungo termine.



COPIA SNIPPET DI CODICE











-->