skin adv

Campionati Studenteschi 2023: trionfano l‚Äôistituto ‚ÄúOrsini-Licini‚ÄĚ di Ascoli Piceno e il ‚ÄúVirtuto-Pollione‚ÄĚ di Avezzano

 28/09/2023 Letto 357 volte

Categoria:    Tornei
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    VARIE





Le due scuole, una nella categoria Allieve e l’altra negli Allievi, sono le vincitrici delle fasi nazionali di Palermo che hanno visto coinvolti oltre 400 studentesse e studenti

Campionati Studenteschi 2023: nel calcio a 5 trionfano l‚Äôistituto ‚ÄúOrsini-Licini‚ÄĚ di Ascoli Piceno e il ‚ÄúVirtuto-Pollione‚ÄĚ di Avezzano

Si è chiusa quest’oggi al “Salvatore Favazza” di Terrasini di Palermo, a distanza di 4 anni dall’ultima edizione (Giulianova 2019, poi lo stop causa pandemia), la fase nazionale dei Campionati Studenteschi 2023 di calcio a 5. A festeggiare sono state le scuole “Orsini-Licini” di Ascoli Piceno e il “Virtuto-Pollione di Avezzano che hanno vinto rispettivamente la categoria Allieve e Allievi. Una giornata che ha portato a termine una tre giorni di partite e divertimento, in cui l’aggregazione sociale e l’integrazione sono stati i temi centrali di un progetto che va a inserirsi nell’ampio ventaglio delle iniziative promosse dall’SGS della FIGC e dal MIM, il Ministero dell’istruzione e del merito, all’interno del progetto “Valori in rete”. Oltre al campo, infatti, gli oltre 400 studenti provenienti da tutte le Regioni d’Italia, in rappresentanza delle rispettive scuole secondarie di II° grado (che si sono qualificate alle fasi nazionali attraverso un percorso di qualificazione avvenuto per tutta la stagione 2022-2023), hanno vissuto momenti di socialità e cultura, come la visita a Templi di Selinunte, importante sito archeologico della provincia di Trapani.

Tisci. "Porto i saluti del presidente Gabriele Gravina - ha commentato sul palco delle premiazioni il presidente del Settore Giovanile e Scolastico della FIGC Vito Tisci -, che è sempre molto vicino e attento alle dinamiche giovanili, sostenendo l’importanza sociale del calcio nelle scuole. I Campionati Studenteschi sono stati un grande evento: devo ringraziare tutte le istituzioni per il grande gioco di squadra fatto. A partire dal Ministero dell’istruzione e del merito che ha coordinato tutte le anime di questa organizzazione. Solo grazie a questa sinergia è stato possibile un tale successo. Sono stati 4 giorni aggregativi e formativi anche sul piano culturale. Con un grande spirito di socialità, i ragazzi hanno coronato un’esperienza intensa che porteranno per sempre nei ricordi della loro vita. Infine, ancora grazie a tutti lo staff che ha lavorato con grande spirito di abnegazione e di servizio”.

Le vincenti. Ad aprire il programma delle finali per il titolo di calcio a 5 sono state le Allieve: di fronte il “Buonarroti – Fossombroni” di Arezzo e l’istituto “Orsini-Licini" di Ascoli Piceno. Il trionfo è tutto per le ragazze marchigiane, che l’ultimo atto se lo sono preso con un 4-2 frutto dello strappo iniziale del primo tempo, quando la squadra ascolana è scappata sul 3-0, resistendo poi al rientro delle toscane. La finale maschile, fra il “Maggiolini” di Parabiago (MI) e “Virtuto-Pollione” di Avezzano ha visto invece sorridere i ragazzi abruzzesi, capaci di imporsi 6-5: come per la finale femminile, anche qui la squadra che poi alza al cielo il trofeo vola sul 4-0 nel primo tempo, soffrendo il ritorno dei ragazzi lombardi nel finale, con il 6-5, arrivato all’ultimo minuto, che ha reso gli ultimi atti di partita ancor più incerti ed emozionanti. Terze in classifica, le scuole “Tronzanella” di Schio (Allieve) e “Guglielmo Marconi” di Foligno (Allievi), rispettivamente vincitrici delle finali per il gradino più basso del podio contro le bolognesi del Liceo Sabin e i valdostani dell’“Innocenti Manzetti”.

I professori. A fine manifestazione, visibile la soddisfazione di Massimiliano Di Michele, professore di educazione fisica dell’Istituto “Orsini-Licini” di Ascoli Piceno: “Siamo partiti a novembre, formando una squadra che poi è risultata essere competitiva – commenta a caldo dopo la vittoria della categoria Allieve –. C’era un fuoco dentro, una grande voglia da parte di tutte le ragazze di fare un grande percorso, provando ad arrivare alle finali nazionali. Una volta qui, sapevamo di poterci giocare le nostre chance. Quella contro la scuola toscana è stata una finale appassionante, ma sempre onesta, pulita, giocata con rispetto. Siamo felici del traguardo raggiunto, ma devo fare un plauso a un’organizzazione impeccabile, che ci ha fatto vivere un’atmosfera unica. Per le ragazze era importante anche questo: recuperare aspetti di integrazione e socialità con lo sport di squadra, uno degli aspetti più penalizzati dagli anni della pandemia”. Sulla stessa lunghezza d’onda anche il professore Marco Buzzelli del “Virtuto-Pollione” di Avezzano: “Vincere è davvero una grande soddisfazione. Abbiamo giocato una finale bellissima contro una squadra di alto livello come quella lombarda. Tesa, sofferta, equilibrata, una grande partita con sano agonismo”. Il professore liceale sottolinea poi un aspetto: “La correttezza in campo è stata assoluta, nel gioco e nei comportamenti. Per i ragazzi è stata un’esperienza unica e indimenticabile: a partire dalla location, dalla disponibilità delle autorità locali, passando per l’organizzazione. È stato tutto encomiabile”.

Valori in Rete. I proficui rapporti di collaborazione instaurati negli ultimi anni tra FIGC e Ministero dell’Istruzione e del Merito, in relazione alla promozione dell’attività sportiva scolastica, hanno portato a consolidare sempre di più la progettualità didattico-sportiva denominata “Valori in Rete”, rivolta a tutti gli studenti e tutte le studentesse degli istituti scolastici di ogni ordine e grado dell’intero territorio italiano. Nell’anno scolastico 2022/23, "Valori in Rete" si è sviluppato in 8 progetti : per la Scuola Primaria “GiocoCalciando”, vincitore del UEFA Best Grassroots project 2017, per la Scuola Secondaria di I grado “Ragazze in gioco”, per la Scuola Secondaria di I e II grado “Campionati Studenteschi”. Dal 2020 si aggiungono “Uno, Due, Calcia” per la scuola dell’infanzia e “Tutti In Goal” per la Scuola Secondaria di I grado. Nel 2021 vengono aggiunte altre tre iniziative: “LArbitro scolastico”, “Un calcio al bullismo” e “Un Goal per la Salute”.



COPIA SNIPPET DI CODICE











-->