skin adv

Lazio fuori dalla Coppa a testa altissima, Scalchi: “Le ragazze hanno dato davvero tutto”

 19/04/2024 Letto 277 volte

Categoria:    Femminile
Autore:    Alessandro Cappellacci
Società:    SS LAZIO





Considerata la differenza di valori in rosa e il numero ristretto di giocatrici effettivamente disponibili, la Lazio aveva di fronte a sé un Everest da scalare nel quarto di finale di Coppa Italia. Eppure, giovedì 18 aprile, le biancocelesti scese sul parquet del PalaSport di Campo Ligure sono state capaci portarsi per ben due volte in vantaggio contro il competitivo TikiTaka, prima di capitolare, di fatto, a soli sedici secondi dai tiri di rigore. “Abbiamo onorato la maglia fino all’ultimo secondo di gioco”, premette Enrico Scalchi, che ha sostituto il tecnico Daniele Chilelli nel match contro le francavillesi di Cely Gayardo.

LA PRESTAZIONE - Nonostante la delusione scaturita dalla cocente eliminazione patita in Final Eight, il preparatore dei portieri biancoceleste è ben conscio di quanto le aquilotte si siano spinte sul piano della performance sfoderata. “Prendere gol a sedici secondi dalla fine è stata una doccia gelata per tutti, ma le ragazze hanno dato davvero tutto, con grinta e determinazione, e non si poteva chiedere di più. Sottolineo la loro grande prestazione con un plauso particolare alla giovane classe 2004 Irene Pantano, in campo per ventotto minuti”.

LA SITUAZIONE - Le capitoline, seppur rabberciate, hanno ancora un finale di stagione tutto da vivere, a partire dalla giornata conclusiva della Serie A femminile che le vedrà sfidare lo Stilcasa Costruzioni Falconara a Fiano Romano. “Abbiamo tantissime ragazze infortunate, mentre le altre stanno tirando la carretta da mesi. Disputeremo quest’ultima gara di campionato con il massimo dell’impegno, poi vedremo cosa ci riserveranno i playoff. Dovremo giocare partita per partita, come abbiamo sempre fatto”, conclude Scalchi.


Alessandro Cappellacci
*foto: Paola Libralato, Divisione Calcio a 5

 



COPIA SNIPPET DI CODICE











-->