skin adv

Sinibaldi, il capocannoniere della C1 scopre le carte: rimpianti, gol e Gavignano

 19/01/2017 Letto 1273 volte

Categoria:    Serie C1
Autore:    Redazione
Società:    VIS GAVIGNANO





IL PERSONAGGIO - È il capocannoniere del girone B e di tutta la C1. Con 29 gol ha fatto meglio di Taloni (28) e Mazzoleni (24), segnando la metà delle reti della Vis Gavignano. Alessio Sinibaldi si gode il momento, consapevole però che per centrare la salvezza c'è ancora tanto da sudare: “Sarò soddisfatto quando saremo aritmeticamente fuori dai playout. Certo, mi fa piacere essere in testa alla classifica, ma ma non sono per niente sazio”.


SINIBALDI - Lui finalizzatore, gli altri assist men: “Il merito è dei miei compagni, quando hai in squadra Cerbara, Lorenzi, mio fratello gemello Fabrizio e gli altri diventa tutto più facile”. Ventinove gol, “tutti importanti”, dice Alessio, ma diversi tra loro: “Quello che ricordo con maggiore piacere è il tacco contro il Cisterna”. Sinibaldi è una stella della C2, categoria che gli sta stretta vista la sua carriera e il talento. Quando ha mosso i primi passi nel calcio a 5 era nel giro della Nazionale Under 21 di Paolo Minicucci: “Peccato non essere stato chiamato per giocare l'Europeo di San Pietroburgo”, ricorda. Il suo più grande rimpianto però è un altro: “Nell'anno in cui giocavo con il Prato Rinaldo sfiorammo la promozione in A2, ancora ci ripenso...”. L'obiettivo del presente è la salvezza con il Gavignano: “Vogliamo rifarci della sconfitta con la Perconti, consapevoli che con il Rocca di Papa sarà dura. Nel girone di andata abbiamo perso qualche punto di troppo per strada, dobbiamo rifarci in questa ultima parte di stagione. Magari anche grazie all'apporto del nostro sponsor Puma Security, che ci sta accompagnando in questa avventura e non ci fa mancare nulla”.
 





Pubblicità