skin adv

Città Eterna, Giaffreda racconta il progetto: "Gli sforzi stanno ripagando"

 19/02/2020 Letto 456 volte

Categoria:    Serie D
Autore:    Redazione
Società:    F.C. CITTA ETERNA





Giocare, educare, ma soprattutto far divertire. Queste sono le parole chiave per la FC Città Eterna, che sta continuando a portare avanti una programmazione legata a doppio filo alla crescita dei suoi talenti: ciò vuol dire affidarsi al settore giovanile e alla scuola calcio a 5, da sempre gli aspetti più importanti per il sodalizio di Lucio Michieli.

SERIE D - Il progetto tecnico si affida soprattutto allo staff e ai dirigenti. Tra questi c’è Franco Giaffreda, che segue di fatto tutte le squadre. È lui a fare una panoramica della situazione: “La proprietà ha compiuto e sta compiendo grandi sforzi con il nuovo centro sportivo nella zona di Ponte Galeria, zona molto popolare e popolosa che ha dato una grande risposta. Ci sono state tante iscrizioni per la scuola calcio a 5, che è sicuramente ciò su cui vogliamo insistere di più. La FC Città Eterna, però, non è solo questo: grande importanza è stata conferita alla Serie D, che in queste settimane è in risalita dopo un avvio non semplice, visto che abbiamo cambiato moltissimi giocatori. Veniamo da tante belle prestazioni, come quella con la Conauto Lidense. Abbiamo perso qualche punto per strada, con qualche prestazione sottotono, che ci ha precluso un piazzamento migliore in classifica”.

UNDER 17 - “La società vuole guardare al futuro, puntando sui bambini e sulla scuola calcio a 5, ma guarda anche ai più grandi, con i quali vuole impostare un discorso di crescita - prosegue Giaffreda -. Stessa situazione vale per l’Under 17: abbiamo parecchi ragazzi che si stanno mettendo in mostra, ma che purtroppo non ha ancora trovato la prima vittoria dell’anno. Teniamo, comunque, al fatto che alcuni prospetti sono già stati inseriti in Serie D e stanno anche trovando spazio in campo".

SCUOLA CALCIO A 5 - Giaffreda è l’uomo ovunque della società e rappresenta uno dei dirigenti più legati al progetto della scuola calcio a 5: “La cosa che ci piace è riuscire a far divertire i bambini. Il nostro obiettivo, infatti, non è quello di farli diventare il nuovo Messi, ma per noi conta molto di più che siano sempre invogliati a venire al campo, a divertirsi, a stare a proprio agio. Chiaramente, il tutto deve avvenire nel rispetto, nell’idea di apprendere aspetti che prescindono dal futsal. Lo sport è un grande mezzo educativo e di insegnamento, vogliamo dare tutto ciò a chi viene a giocare nelle nostre squadre”.


Giuseppe Nebbiai




COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità