skin adv

Torrino, il progetto di Cucunato: "Dopo il 25 pianificheremo la stagione"

 18/05/2020 Letto 415 volte

Categoria:    Serie C1
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    TORRINO VILLAGE





Ripartire, quando e come: queste le domande che si pone da circa 3 mesi l’intero movimento calcio a 5.  “Quando le condizioni lo permetteranno, ripartiremo più forte di prima” rilanciano in coro i massimi responsabili dell’A.S.D. Torrino C5. “Noi siamo pronti a raccogliere la sfida, non ci tireremo indietro, anzi potrebbero esserci sorprese e nuove opportunità”.

CUCUNATO - Negli ultimi anni la società del Presidente Cucunato è stata protagonista di un percorso di crescita costante. “Abbiamo puntato prima a ricostruire e rinnovare il centro sportivo e le infrastrutture connesse” sostiene Nappi, Vice Presidente Vicario della società.  Il campo del Torrino Sporting Center, il “Nicola Antuofermo”, è stato completamente rinnovato, con l’installazione di un manto sintetico di ultima generazione. Inoltre, sono proseguite le ristrutturazioni dei vani interni, in parte già completate e che saranno conformi alle nuove disposizioni anche post Covid-19. “Sul campo, fin da subito, si è deciso di continuare nel solco della tradizione, con una squadra composta prevalentemente da giovani”, fanno sapere dalla società. Giovani, ma vincenti: molti dei nostri ragazzi avevano esperienza e vinto numerosi titoli. Tradizione che vorremmo confermare anche per il prossimo anno con Mister Salvatore Corsaletti, che qui al Torrino ha ritrovato un pezzo del passato della sua gloriosa carriera”. “Quest’anno, in Serie C1, insieme alla conferma dei giovani, sono arrivati anche elementi di esperienza che hanno arricchito il roster: gran parte verranno riconfermati, mentre lo staff tecnico, e soprattutto la struttura dirigenziale, sarà molto potenziata nell’ottica di tornare nel Nazionale, come storia e tradizione del Torrino impongono”. “Per la ripresa siamo pronti” fanno sapere in coro i massimi dirigenti: “Impianti, struttura societaria, organizzazione tecnica sono certezze che abbiamo definito insieme agli obiettivi per la prossima stagione”. Il primo obiettivo sarà quello di continuare con la crescita dei numerosi giovani in rosa, privilegiando la produzione di bel gioco e la tecnica, veri pilastri di questo meraviglioso sport. Il principio è sempre stato chiaro e limpido: cercare di giocare nel migliore di modi a calcio a 5, anche su campi nei quali, oggettivamente, fare questo non è stato semplice, a tratti impossibile. “Stiamo già lavorando per la prima squadra: dopo il 25 maggio, probabile data di riapertura dei circoli sportivi, pianificheremo la nuova stagione sportiva, che passerà anche dalla riformulazione del settore giovanile in base alle prospettive e alla categoria che andremo a disputare”. In questi anni, la società di Via Deserto del Gobi è stata sempre in prima fila anche fuori dal rettangolo verde: lo scorso anno, con la consegna di borse di studio per i ragazzi più meritevoli, quest’anno con il progetto sociale “Diamo un calcio al bullismo, due al razzismo”. “Per il prossimo anno, oltre a riconfermare queste attività, abbiamo in cantiere un progetto di inclusione sociale in collaborazione con gli enti locali, il Ministero Sport e Salute. Il tutto anche grazie ai nostri sostenitori e partners che hanno deciso di sposare la serietà del progetto dell’Asd Torrino C5”. “In questi giorni stiamo chiudendo importanti collaborazioni con altre realtà presenti nel comprensorio che si occupano di settore giovanile, scuola calcio e progettazione nel campo dell’istruzione, dello sport e del sociale. Noi continueremo questa attività come una missione, dando priorità alle iniziative sociali anche fuori dal rettangolo verde”. Un percorso di crescita graduale, in campo e fuori, riconosciuto da tutti ed in particolare dagli organi sportivi e federali, che ha portato a respirare di nuovo, al Torrino, le emozioni che il futsal sa regalare.


Ufficio Stampa Torrino C5





Pubblicità