skin adv

#futsalmercato, Feldi Eboli: Alberto Riquer e il gioco delle coppie (miste)

 09/07/2020 Letto 339 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    FELDI EBOLI





Una Feldi tutta nuova, per la prima volta in mano a un tecnico straniero - lo spagnolo Alberto Riquer - e una coppia di portieri mista. Un po' italo come Carlos Dal Cin, un po' italiana come Marco Pasculli, tornato a Eboli dopo la brevissima esperienza - prima in A col Rieti, quindi in A2 con il Magic Crati Bisignano. Da Dal Cin a Laion cambia tanto, tantissimo, sia dal punto di vista della stesura della lista sia tatticamente: meno gol dal nuovo estremo difensore, forse più parate. Da Pasculli a Fiuza anche, come recitano in primis le rispettive carte d'identità: classe 1991 il primo, '98 il secondo. Il gioco delle coppie è l'emblema della ricostruzione in atto in terra salernitana. Una radicale cambiamento. Solo Romano, Thiago Bissoni, Tres Rudinei e il canterano Caponigro i reduci del roster che fu di Francesco Cipolla.
 
 
CINQUE per ora i volti più o meno nuovi, perché in fondo Canabarro, Luizinho, Dal Cin e proprio Pasculli tutto saranno fuorché "deb" nella prossima Serie A, a differenza di Dani Chino (ex Peñíscola), uno dei pochi provenienti dalla Spagna e non partenti verso la terra iberica come Avellino (Cartagena), Jesulito e Boyos David Sanchez (al Cordoba), Igor (Peñíscola), Bocao (Betis), Ernani e Dian Luka (Zaragoza), Linhares (Osasuna). Tant'è. Lo spagnolo Riquer vede il suo gruppo crescere quantitativamente. La qualità della nuova Feldi si vedrà in campo. Magari proprio con il gioco delle coppie miste.
 
Redazione C5Live
 



COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità