skin adv

Lo stop non spaventa il Città Eterna. Marconi: “Soddisfatti del nostro lavoro”

 31/10/2020 Letto 296 volte

Categoria:    Serie C2
Autore:    Alessandro Pau
Società:    F.C. CITTA ETERNA





Nonostante gli ultimi decreti abbiano bloccato i campionati regionali e anche quelli giovanili, la grande macchina del Città Eterna va avanti. Gli allenamenti in forma individuale proseguono indisturbati in attesa di poter tornare a giocare una partita.

EMERGENZA - L’emergenza sanitaria ha influito molto sul lavoro delle società che si occupano di settore giovanile e che con le prime squadre affrontano campionati regionali o provinciali. Tra queste, anche il Città Eterna: “Nonostante tutto siamo oberati - afferma la vice presidentessa Francesca Marconi -, tra nominativi, autocertificazioni da rinnovare ciclicamente, la sanificazione costante degli ambienti e la registrazione delle temperature di ogni singolo individuo che accede al nostro centro sportivo. Per quanto possibile, abbiamo limitato l’accesso agli spogliatoi: per fortuna siamo dotati di ben cinque spazi diversi, che vengono sfruttati dai più grandi, e questo ci permette di gestire al meglio la situazione. Durante la fase di iscrizione dei bambini alla scuola calcio - prosegue -, i genitori hanno mostrato preoccupazione per questa situazione, ma hanno accettato le nostre direttive, tra cui quella di non far utilizzare gli spogliatoi ai ragazzi”.

PRIMA SQUADRA - La prima squadra del Città Eterna ha collezionato 4 punti nelle prime tre giornate del campionato, il primo in Serie C2 nella sua storia: “Siamo molto soddisfatti, anche se c’è ancora molto da sistemare - spiega Marconi -. Costruiamo tanto, ma non segniamo abbastanza. Nella partita col Night&Day, nonostante le sei reti messe a segno, abbiamo sprecato molto. Col Bracelli (sconfitta 2-1, ndr), è successa la stessa cosa. C’è un po’ di rammarico - ammette -, perché abbiamo giocato bene contro una squadra che ha più esperienza di noi in questa categoria. Le basi ci sono, speriamo che questa sosta non duri tanto e che la squadra possa migliorare il più possibile in questo periodo”.

CRESCITA - Tra ampliamento e consolidazione del settore giovanile e la promozione in C2 della prima squadra, il progetto Città Eterna continua la sua importante crescita: “I numeri sono buoni - spiega -, visto che quest’anno per noi è il primo in una zona nuova. Nonostante la chiusura di marzo abbiamo mantenuto gli stessi numeri della scorsa stagione. Siamo soddisfatti di quanto fatto nelle categorie più piccole. La nostra soddisfazione più grande è ricevere i messaggi dei genitori che ci dicono che i ragazzi tornano a casa contenti e col sorriso. Per noi - conclude Francesca Marconi -, il lavoro che si fa alla base con i bambini è fondamentale, nono solo per insegnare loro le regole del gioco, ma soprattutto per un lavoro sociale”.


Alessandro Pau




COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità