skin adv

Antonio Dario ha detto "No" all'invito del presidente Bergamini: ecco il perchè...

 20/01/2021 Letto 481 volte

Categoria:    Vari
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    VARIE





Si riparte, ognuno al proprio posto
Il neopresidente l’Avvocato Bergamini, come anticipatomi il giorno stesso della sua proclamazione, mi ha invitato a partecipare alla prima riunione del consiglio direttivo in veste di uditore.
Ho lasciato trascorrere qualche giorno per non rispondere d’istinto al suo cortese e garbato invito, ispirato, credo di poter dire, da un personale, sincero sentimento di stima e con il dichiarato intento di un mio coinvolgimento personale per non disperdere un po' di esperienza.
E qualche giorno di distacco dal futsal italiano mi ha dato modo di apprezzare sinceramente l’invito e la dimostrazione di sensibilità del neopresidente, ma anche di analizzare con chiarezza quello che è accaduto e al contempo di ritenere NON COERENTE una mia eventuale adesione.
La risposta delle società è stata sufficientemente chiara nella espressione di consenso ( i consiglieri risultati eletti hanno tutti preso più voti del sottoscritto) e non posso consolarmi con la logica che loro hanno fatto “Sistema” nell’urna elettorale. Quindi, sia che abbiano inteso premiare le idee o le persone, è giusto rispettarne la volontà ed è consequenziale che i neoeletti abbiano l’onore, e la responsabilità, di soddisfare le aspettative che le società hanno riposto in loro. Se nel precedente mandato ci si è lamentati del mancato supporto al presidente, da parte dei consiglieri eletti che non lo avevano sostenuto in campagna elettorale, oggi la situazione per il neopresidente è ottimale perché si ritrova tutti i suoi consiglieri.
Non c’è motivo, a mio modo di vedere, di interferire nel perfetto equilibrio di questa maggioranza assoluta e, come ho già detto, se qualche contenuto / progetto del nostro programma risultasse apprezzato, naturalmente essendo pubblico può essere ripreso e realizzato, anche migliorato probabilmente. Cio’ basterebbe a “We for futsal” come gratificazione per lo sforzo e il lavoro profuso.
Siamo e rimaniamo convinti della bontà delle nostre proposte per migliorare il futsal e che le idee debbano sempre prevalere sulle persone. Se abbiamo perso come persone ci illudiamo che possano vincere le nostre idee.
Buon lavoro a tutti, perché la cosa importante è che tutti facciano la propria parte, da dentro o da fuori.

Antonio Dario





Pubblicità