skin adv

Nordovest, affidabilità Mongelli: “Cerco sempre di farmi trovare pronto”

 22/01/2021 Letto 218 volte

Categoria:    Serie A2
Autore:    Antonio Iozzo
Società:    NORDOVEST





Pazienza, professionalità, capacità di farsi trovare pronti. Doti necessarie per tutti gli estremi difensori che non godono della titolarità, spesso costretti al ruolo di semplici spettatori. Aspettando il momento giusto, con l’obbligo di non fallire in caso di necessità. Un ruolo spesso ingrato, quello del portiere di riserva, ma fondamentale all’interno di ogni gruppo. Alla Nordovest le gerarchie sono chiare: Federico Mazzuca gioca, Antonio Mongelli si accomoda in panchina. Un rituale sempre rispettato fino a mercoledì, quando i ruoli si sono invertiti. Antonio ha “sfruttato” l’infortunio di Federico per esordire in campionato.

“Cerco sempre di farmi trovare pronto in caso di necessità, per provare a non far rimpiangere Mazzuca, che è uno dei punti di forza di questa squadra”, l’umiltà del numero 12, che contro la Roma ha difeso i pali della Nordovest. “A livello personale sono soddisfatto, anche se l’amarezza per la sconfitta rimane grande”. La formazione di Fratini, infatti, nonostante l’immediato vantaggio di Bertolini, non è riuscita a conquistare un risultato positivo, arrendendosi 5-1 ai giallorossi. “La Roma è un’ottima squadra, nonché una delle compagini più in forma del campionato. Ha battuto l’Italpol e ha fermato l’Olimpus”, sottolinea il classe ’90, che prima rende merito agli avversari e poi si concentra sui difetti da correggere. “Il nostro problema principale riguarda la fase realizzativa: segniamo troppo poco”.

Sei punti, terzultimo posto in classifica, in piena zona playout. Situazione delicata ma non drammatica: “Sapevamo di dover soffrire, anche perché siamo una squadra composta esclusivamente da giocatori italiani. La sconfitta che pesa più di tutte resta quella con la Lazio”, confessa Mongelli, pronto a combattere fino alla fine. “Siamo ampiamente in lotta per la salvezza: per noi sarebbe un piccolo capolavoro”. Per realizzarlo serve l’aiuto di tutti: nessuno escluso.


Antonio Iozzo




COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità