skin adv

#futsalmercato, Patrizi ritrova D'Orto (e non solo): "Olimpus, in A faremo così"

 28/07/2021 Letto 248 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    OLIMPUS ROMA





L’Olimpus Roma affida il parco portieri della formazione maggiore e dell’Under 19 nazionale a David Patrizi.

Con un curriculum da portiere che racconta di esperienze in squadre blasonate come Genzano, in serie A, Lazio – dove per quattro anni ha giocato nella squadra allenata da mister D’Orto -, Brillante Roma, Futsal Isola, Latina, Real Rieti e con presenze anche nella Nazionale maggiore, Patrizi, “appesi i guanti al chiodo”, ha intrapreso la carriera da preparatore che lo ha visto impegnato sia nel calcio a cinque, maschile e femminile, sia nel calcio a undici prevalentemente nelle scuole calcio tra cui, per tre anni, quella della AS Roma. Nel futsal maschile, ha coordinato il reparto portieri dello Sporting Juvenia e, nella scorsa stagione, del Todis Lido di Ostia.

LE DICHIARAZIONI Tondi, Ducci, Musso, i tre estremi difensori Blues nelle mani di David Patrizi che si presenta dopo la foto di rito: “Ovvio che sia contento di lavorare con l’Olimpus, ritrovo mister D’Orto, Fratini e Dimas con i quali ho giocato ed altri ragazzi che, da avversari, ho incontrato sui campi. In passato, da giocatore, sono stato vicinissimo all’Olimpus in un paio di occasioni ed ora sono molto contento di essere un Blues nelle vesti di preparatore. Il campionato sarà estremamente duro, stanno nascendo buone squadre e l’aumento delle retrocessioni renderà il tutto più equilibrato. La differenza la faranno le prime settimane di lavoro e la gestione dei momenti meno positivi. L’area portieri è sicuramente di livello, non ci sono dubbi. Tondi è un profilo importante, deve dare continuità al percorso iniziato a Rieti e interrotto dal Covid. Lo scorso anno ha fatto molto bene quindi dovrà concentrarsi sul proseguimento di quanto dimostrato finora. Ducci è giovane ma ha già degli anni di A2 nel suo bagaglio, oltre alla promozione dello scorso anno, e credo non avrà problemi a misurarsi con la massima categoria. E a completare il parco c’è Musso con il quale sono certo continueremo un lanciato percorso di crescita. Le stagioni si affrontano sempre nello stesso modo: con la voglia di farle diventare indimenticabili quindi l’obiettivo resterà sempre e comunque questo”.

Ufficio stampa




COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità