skin adv

Fortitudo, Zanella e Mentasti ingranano la quarta: Sala Consilina fermato 2-1

 06/11/2021 Letto 422 volte

Categoria:    Serie A2
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    FORTITUDO POMEZIA 1957





Cuore, grinta, abnegazione, sacrificio, senso di appartenenza, forza e onore: la Fortitudo Pomezia è più viva che mai e lo ha dimostrato nella sua settimana più difficile, grazie alla compattezza di un gruppo formato da uomini veri oltre che da grandi giocatori. Bisognava riscattare il brutto ko rimediato in Molise e Pomezia ha risposto presente contro un avversario tra i più difficili che si poteva incontrare in questo momento. Al Palalavinium contro il Sala Consilina, squadra attrezzata e di livello, è finita 2-1 per i rossoblu grazie alle reti di Zanella e Mentasti. Un risultato figlio di una prestazione che ha premiato la grande voglia dei padroni di casa che hanno lottato come leoni su ogni singolo pallone, riunendosi alla fine in un grande e significativo applauso collettivo.

PRIMO TEMPO – Lo starting five scelto da mister Stefano Esposito vede Federico Mazzuca tra i pali (promosso a pieni voti nel debutto in gara ufficiale), quindi Batata, Lemos, Fornari e Zanella. Risponde Cafù con Gallon, Zancanaro, Bavaresco, Calderolli e Brunelli. Parte dalla panchina il nuovo acquisto Felipe Manfroi. Maglia bianca a righe orizzontali rosse per Pomezia, in arancio la formazione campana. Pronti via ed il primo squillo è della Fortitudo con un destro di Tiago Lemos che fa la barba al palo. Il Sala risponde al minuto numero 3,30” quando Calderolli dopo una bella azione personale non inquadra il bersaglio grosso. Pomezia si fa apprezzare per un ottimo giro palla che vede in Fornari il terminale offensivo che ha il colpito di scardinare la retroguardia avversaria. Il capitano Giuseppe Mentasti (partita monstre la sua) lotta come un leone su ogni palla e proprio dal suo piede al 10’ parte un assist al bacio per Fred con il numero 16 che però si fa ipnotizzare da Gallon. Con il passare dei minuti il sinistro di Fornari inizia ad essere sempre più caldo e ci vuole tutta la bravura di Gallon per evitare ai suoi di andare sotto (almeno tre gli interventi decisivi del numero 1 ospite). Il match si regge comunque su un sostanziale equilibrio, anche se è Pomezia a fare la partita e a dettare i ritmi di gioco. Un equilibrio che Mentasti prova a spezzare al 15’ con una conclusione velenosa quanto incredibile: la sfera colpisce entrambi i pali della porta difesa da Gallon, attraversa tutta la linea ma non entra in rete. Le occasioni migliori comunque continuano a collezionarle i padroni di casa e il Sala cerca di difendersi come può, usando in qualche circostanza anche le maniere forti. Nel finale di frazione c’è una sola squadra in campo e la gara finalmente si sblocca: al 18’ Fornari spara addosso a Gallon un tiro libero ma a 1,13” dall’intervallo non sbaglia Zanella che sempre su tiro libero segna il meritatissimo vantaggio pometino. La prima frazione si chiude quindi con Pomezia avanti 1-0.

SECONDO TEMPO - Esposito riparte con Mazzuca, Batata, Follador, Lemos e Fornari. Dopo 2,30” il Sala si rende pericoloso con un sinistro di Brunelli che trova Mazzuca più che reattivo ma come nel primo tempo lo spartito è nei piedi dei pometini che quando salgono danno sempre l’impressione di poter piazzare la stoccata vincente. Come al 4,25” quando Zanella dopo un numero dei suoi in mezzo a tre spara addosso a Gallon che si salva come può. Zanella è preziossimo anche in fase difensiva e al 5’ toglie letteralmente le castagne dal fuoco ai suoi chiudendo in scivolata su Manfroi lanciato a rete. Al minuto 5,20” Mazzuca esce alla grande ancora su Manfroi e l’estremo difensore pometino è nuovamente protagonista trenta secondi più tardi neutralizzando in presa bassa il sinistro da fuori di Zancanaro. E’ questo il miglior momento della compagine ospite che prova ad alzare i ritmi nel tentativo di arrivare al pareggio. Pomezia però concede poco e anzi sfiora in diverse occasioni il raddoppio: prima con Fornari che sbaglia incredibilmente a due passi da Gallon, quindi con Zanella che su punizione costringe all’ennesimo intervento di giornata l’estremo difensore ospite. Al 12’ ancora Pomezia pericolosa: il destro di Lemos termina sul fondo. Al 14’ la Fortitudo trova il goal del 2-0: coast to coast di Fred che parte dalla propria area, si fa respingere la conclusione da Gallon ma sulla ribattuta Peppe Mentasti è il più lesto di tutti e gonfia la rete. La reazione del Sala è rabbiosa ma i campani trovano in Mazzuca una vera e propria saracinesca. A 3,50” dal termine Cafù si gioca il portiere di movimento. Mazzuca chiude ancora bene su Brunelli e al 17,40” Zancanaro si mangia letteralmente un goal fatto con la porta pometina sguarnita. Partita in controllo da parte dei pometini che proprio a 5 secondi dal termine subiscono il 2-1 per una sfortunata autorete di Batata dopo un batti e ribatti in area. Ma non c’è più tempo. Al Palalavinium Fortitudo Pomezia batte Sala Consilina 2-1.


Ufficio Stampa Fortitudo Pomezia




COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità