skin adv

Italfutsal, i pensieri felici di Max: "Il Covid non influirà sulle nostre motivazioni"

 16/01/2022 Letto 634 volte

Categoria:    Nazionale
Autore:    Redazione
Società:    ITALIA





Il Covid-19 gli ha tolto il suo pupillo Murilo, Fortini e quasi certamente Merlim, a meno che Babalù non si negativizzi 24 ore prima del debutto europeo contro la Finlandia. Gli ha tolto tanto, ma non tutto. Bellarte ostenta serenità nell’ultima conferenza stampa prima della partenza per Groningen, sede della fase a gironi Azzurra di Euro 2022.

VADO AL MAX “Il Covid-19 è un fattore, influisce sulle scelte, ma non sulle nostre motivazioni. La squadra finora ha lavorato bene”. Ironico, disponibile e scherzoso il commissario tecnico, non si scompone nemmeno guardando quelle eurorivali che evocano solo pessimi ricordi internazionali: la Finlandia non ci ha fatto qualificare nemmeno per i playoff Mondiali, la Slovenia è l’ultima ad averci eliminato da un Europeo, il Kazakhstan ha posto fine all’era all’Italfutsal campione d’Europa in carica. Bellarte non fa una piega, sorride dietro la sua mascherina ffp2, rasserena tutti anche davanti alle stats Azzurre che evidenziano una Nazionale che ha una facilità spaventosamente bella a segnare (60 reti in 15 gare, una media di 4 a partita), ma prende quasi due reti a partite. “Le statistiche sono come il bikini - scherza Max - fanno vedere tanto ma non tutto. Segnare fa parte della mia concezione di futsal, anche se abbiamo preso finora qualche gol di troppo”. Chiosa per stemperare una tensione palpabile a 4 giorni dal debutto a Euro 2022. “Io seduto durante i time? Colpa dei pantaloni - scherza - mi piace il basket, e durante un Siena-Milano, vidi Scariolo farlo”. Ecco, questo il clima che si respira nella Max Italia: il Covid-19 ci ha tolto tanto, non certo entusiasmo e serenità

Ufficio stampa





Pubblicità