skin adv

La Roma non ci sta e risponde all'Atletico Village: "Noi estranei ai fatti"

 11/05/2017 Letto 1218 volte

Categoria:    Serie D
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    ROMA CALCIO A 5





Nella partita disputata lo scorso 22 Febbraio tra Roma e Atletico Village del girone D di Serie D ci sono stati degli episodi che hanno portato il Giudice Sportivo del C.R. Lazio a infliggere alla società di casa la sconfitta a tavolino. Dopo il comunicato del CR Lazio, arriva la risposta della Roma Calcio a 5.


LA RISPOSTA - “La società si è dichiarata fin da subito completamente estranea ai fatti accaduti durante la gara del 22 febbraio, ribadisce che le persone entrate in campo non erano riconducibili alla società ed assolutamente sconosciute alla stessa. La Roma Calcio a 5 è una società che fa parte della storia regionale del calcio a 5 e ci tiene a mantenere la propria immagine di esemplare pulizia e sportività per la quale si è contraddistinta fino ad ora. Peraltro si sottolinea che lo svolgimento dei fatti, attribuito a nostri tifosi, è avvenuto in assenza dell'arbitro in quanto quest'ultimo, al termine del primo tempo dell'incontro, aveva già abbandonato il terreno di gioco e quindi, non avendo assistito all'accaduto, non è stato in grado di riferirne in modo puntuale. La Roma Calcio a 5 è stata punita nonostante avesse fin da subito denunciato la gravità del fatto e se ne fosse decisamente e nettamente dissociata. La società giallorossa, pertanto, ci tiene a chiarire e ribadire la sua posizione e a dimostrare la sua completa estraneità al fatto”.


Ufficio Stampa





Pubblicità