skin adv

Life sorpresa del Provincia di Roma, Brancaccio: "Torneo positivo e inaspettato"

 23/06/2023 Letto 1180 volte

Categoria:    Tornei
Autore:    Redazione
Società:    PROVINCIA DI ROMA





La diciottesima edizione del Provincia di Roma sta regalando grandi emozioni: conclusi i gironi, da questa sera prenderanno il via i playoff tra le seconde e le terze classificate dei raggruppamenti per accedere poi ai quarti di finale. Tra le sorprese della competizione c’è sicuramente l’A.S.D. Life capitanata da Filippo Brancaccio, che nello spareggio affronterà il San Luca.

SORPRESA - Brancaccio sottolinea il grande percorso fatto finora: “Questa prima parte di torneo la giudico senza ombra di dubbio in maniera positiva, per noi è stato del tutto inaspettato vista la preparazione e il valore delle squadre presenti nel girone. La partita valida per il playoff sarà sicuramente una sfida complicata sotto tanti punti di vista dato che affronteremo una squadra che milita in un campionato federale e sicuramente avrà una preparazione tattica, tecnica e fisica differenti dalle nostre, ma noi, come abbiamo fatto finora, daremo il tutto per tutto e cercheremo di sfruttare al massimo ogni possibilità che ci verrà concessa, cercando al contempo di non lasciare la possibilità agli avversari di poter costruire gioco e quindi segnare in situazioni troppo facili. In ogni caso da come andrà sono sicuro che la squadra darà tutto in campo e questa è la cosa più importante”.

PERCORSO - Il capitano dell’A.S.D. Life racconta come è nata l’idea di partecipare a questa edizione del Provincia: “Inizialmente, come collettivo, questo torneo non eravamo troppo convinti di iniziarlo, vista la presenza di squadre che hanno fatto e stanno facendo la storia di questo sport. Dopo averne discusso a lungo, abbiamo scelto di intraprendere questa avventura e scelta migliore non poteva essere fatta. La società A.S.D. Life, in questi ultimi anni - prosegue Brancaccio - ha cercato di investire di più nelle squadre giovanili, in particolare nella prima squadra della nostra realtà, l’open A. Sotto la guida di un tecnico preparatissimo calcisticamente, mister Magliocchetti, nonché con le competenze specifiche nelle scienze motorie, è risultato tutto più semplice. Grazie, infatti, alle sue indicazioni, si è proceduto a ricercare atleti che a livello calcistico, ma che anche sotto il profilo umano fossero ritenuti idonei al nostro ambiente. Si è passati così, nel corso di questi anni dalla sola partecipazione al campionato CSI fino al raggiungimento quest’anno, per la prima volta, della fase playoff. L’intenzione è quella di crescere ancora, di guardare al futuro con speranza, consapevoli che, essendo una piccola realtà, i passi devono essere mossi con cautela. Resta però sempre salda la convinzione che essere una società a dimensione familiare rappresenta il vero punto di forza della struttura Life, dove ognuno è riconosciuto come persona, prima ancora che come atleta”.

ESPERIENZA - Il leader dell’A.S.D. Life conclude mettendo in evidenza un ultimo aspetto: “Affrontare il Provincia di Roma rappresenta un modo per accumulare quanta più esperienza possibile in modo tale da poterla esprimere al meglio nei campionati che verranno. In merito all'organizzazione, avendo già partecipato ad altre edizioni, posso dire che Vincenzo Coccia, la vera anima di questo torneo, rimane una garanzia: con lui si è sicuri di ottenere sempre un prodotto di assoluta qualità e per noi aver avuto la possibilità di partecipare al Provincia di Roma può solo che essere un onore, in quanto è uno dei tornei di calcio a 5 più importanti del panorama laziale. Adesso speriamo di poter dire la nostra e di andare quanto più avanti possibile per dimostrare quanto valiamo: anche se dovesse andare male la partita con il San Luca, sappiamo di aver dato il massimo e possiamo solo ringraziare dell'opportunità concessaci”, conclude Brancaccio.


Paolo Trotta



COPIA SNIPPET DI CODICE











-->