skin adv

Vanin illude il TikiTaka, il Bitonto si impone 3-2 in controrimonta: le leonesse chiudono l'anno col treble

 09/06/2024 Letto 782 volte

Categoria:    Femminile
Autore:    Redazione
Società:    VARIE





Sotto il cielo di Bari è il Bitonto a laurearsi campione d’Italia per la seconda volta consecutiva contro un maiuscolo TikiTaka, avanti addirittura 2-1 nel parziale della ripresa. In terra amica, però, sono le leonesse a imporsi 3-2 in controrimonta, completando, così, uno storico triplete.

PRIMO TEMPO - L’ultimo atto dei playoff si apre con un’occasione a testa: Jozi è brava nel chiudere Bettioli con un’uscita bassa, mentre Duda non si lascia sorprendere dalla conclusione di Tampa dalla media distanza. A sbloccare il match, però, è il Bitonto: Renatinha approfitta dell’imprecisione di Bertè su retropassaggio per confezionare un assist a Mansueto; il tiro della numero 22 neroverde, con l’ausilio della traversa, fredda quindi l’estremo difensore avversario per l’1-0 dopo 4’50” effettivi dallo start. Le pugliesi, poco dopo, vanno ancora a segno, stavolta con Luciléia, ma il gol viene annullato per un controllo con il braccio dello stesso pivot verdeoro. Le francavillesi reagiscono prontamente con Bertè e Vanin: i tentativi delle due giallorosse, tuttavia, si esauriscono sul fondo. Le occasioni più ghiotte, comunque sia, sono delle leonesse: Tampa, servita da Mansueto, effettua un pallonetto su Duda, ma non inquadra il bersaglio grosso; la staffilata di Renatina, invece, si stampa sul palo. Non c’è un attimo di sosta al PalaFlorio: il capitano del TikiTaka vede negarsi la rete da un intervento maiuscolo di Jozi in chiusura; la prima inter pares del team di Marzuoli, una manciata di secondi più tardi, mette alla prova il portiere delle abruzzesi da fuori area. Sul finale della prima frazione, le campionesse d’Italia in carica sfiorano il raddoppio prima con Diana Santos, che non centra di poco lo specchio, poi con Mansueto, che costringe Duda a una parata prodigiosa da due passi. Alla sirena dell’intervallo, perciò, entrambe le contendenti tornano negli spogliatoi con il Bitonto avanti sul +1.

SECONDO TEMPO - La ripresa si apre nel migliore dei modi per la formazione di Gayardo, che trova il pari dopo appena 37” effettivi: è il rasoterra di Bertè a beffare Jozi dalla media distanza. L’ex Burela, poco dopo, si riscatta con un bell’intervento sulla conclusione da fuori di Vanin. Le neroverdi, allora, si affacciano avanti con Renatinha, che sfiora l’angolino alla sinistra di Duda, e Tampa, che bersaglia Duda con un tiro violento. Sul bel momento delle pugliesi è il TikiTaka ad andare in gol: Vanin, su assist di Leti Cortés direttamente da rimessa laterale, non ha alcuna difficoltà nel ribaltare lo score dall’interno dell’area a 6’21”. Le giallorosse, poi, si costruiscono addirittura la chance del +2, ma il suggerimento di Bettioli per De Siena è impreciso. Le leonesse, dal canto loro, sono determinate a mantenere il tricolore cucito sul proprio petto, e grazie a Renatinha, su palla d’oro di Nicoletti (8’46”), e Tampa, al culmine di un’azione in ripartenza (10’47”), si riportano in vantaggio con un letale uno-due. Il tecnico delle abruzzesi, dunque, si gioca il tutto per tutto con Xhaxho nel power play. Il Bitonto, però, difende il +1 con le unghie e con i denti. Lo scudetto è ancora di Luciléia e compagne. Il club caro al patron Intini, ciò non bastasse, è il primo dall'istituzione della Serie A femminile a scrivere il proprio nome per ben due volte di fila sull’albo d’oro. Mansueto, sul piano personale, corona la sua splendida stagione con il premio di MVP della finale, mentre Duda riceve il riconoscimento “Vincenzo D’Avino” di miglior portiere.

BITONTO-TIKITAKA FRANCAVILLA 3-2 (1-0 p.t.)
BITONTO: De Oliveira, Tampa, Santos, Renatinha, Luciléia, Nicoletti, Pezzolla, Grieco, Divincenzo, Mansueto, Pernazza, Trumino. All. Marzuoli
TIKITAKA FRANCAVILLA: Duda, Vanin, De Siena, Bertè, Bettioli, Prenna, Xhaxho, Cortés, Papponetti, Ruggieri, Guidotti, Marcelli. All. Gayardo
MARCATRICI: 4'50" p.t. Mansueto (B); 0'37" s.t. Bertè (T), 6'21" Vanin (T), 8'46" Renatinha (B), 10'47" Tampa (B)
AMMONITE: Renatinha (B), Grieco (B)
ARBITRI: Simone Zanfino (Agropoli), Marco Moro (Latina), Andrea Seminara (Tivoli) CRONO: Pasquale Crocifoglio (Napoli)

SERIE A FEMMINILE - PLAYOFF
QUARTI DI FINALE
1)
 BITONTO-KICK OFF 9-1 (gara-1 2-4, gara-2 8-1)
2) GTM MONTESILVANO-FEMMINILE MOLFETTA 7-3 (9-0)
3) TIKITAKA FRANCAVILLA-LAZIO 7-1 (4-1)
4) STILCASA COSTRUZIONI FALCONARA-VIP 4-0 (7-5 d.t.s.)

SEMIFINALI
X) BITONTO-GTM MONTESILVANO 7-1 (gara-1 6-3)
Y) STILCASA COSTRUZIONI FALCONARA-TIKITAKA FRANCAVILLA 1-2 (1-2)

FINALE
BITONTO-TIKITAKA FRANCAVILLA 3-2

ALBO D'ORO SERIE A FEMMINILE
1992/1993 Roma 3Z, 1993/1994 n.d., 1994/1995 Squash 88 Roma, 1995/1996 Torrino, 1996/1997 Il Brigante Napoli, 1997/1998 Dentecane Avellino, 1998/1999 New Club Fioranello Roma, 1999/2000 Lazio, 2000/2001 Lazio, 2001/2002 Roma RCB, 2002/2003 Lazio, 2003/2004 Roma RCB, 2004/2005 Real Statte, 2005/2006 Real Statte, 2006/2007 Città di Pescara, 2007/2008 Lazio, 2008/2009 Real Statte, 2009/2010 ISEF Poggiomarino, 2010/2011 Montesilvano, 2011/2012 Pro Reggina, 2012/2013 AZ Gold, 2013/2014 Lazio, 2014/2015 Ternana, 2015/2016 Montesilvano, 2016/2017 Olimpus Roma, 2017/2018 Ternana, 2018/2019 Futsal Salinis, 2019/2020 non assegnato, 2020/2021 Montesilvano, 2021/2022 Città di Falconara, 2022/2023 Bitonto, 2023/2024 Bitonto


Redazione C5 Live



COPIA SNIPPET DI CODICE











-->