skin adv

Bernalda, riparte il campionato. Suriano: "Lotta a tre per la vittoria finale"

 17/01/2020 Letto 300 volte

Categoria:    Serie B
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    BERNALDA





Il Bernalda dopo la vittoria in Coppa Italia contro la Futura Matera si rituffa in campionato per ricominciare un giorno di ritorno avvincente e da prima in classifica in coabitazione con Taranto. Per la prima di ritorno una sorta di rivincita di Coppa Italia attende Gallitelli e compagni infatti al “Palacampagna” scenderà la Futura Matera. Su questa gara e su altre tematiche di stretta attualità abbiamo ascoltato Rocco Suriano, allenatore in 2^ dei rossoblu.

LA FINE E IL NUOVO INIZIO - “Anno nuovo, vita nuova” non sempre è così, almeno per il Bernalda Futsal, che, malgrado un leggero calo nel finale del 2019, ha conservato il medesimo trend vincente: “Sicuramente siamo arrivati nel finale dell’anno appesantiti sulle gambe, ma credo sia stato più un problema mentale, in quanto in allenamento le giocate riuscivano, mentre in partita scomparivamo un po’ dal campo. Ci è mancata l’amalgama tra i reparti, ma ci può stare dopo un girone d’andata lungo. Mister Volpini comunque ha richiamato tutti subito all’ordine e i risultati si sono già visti nella partita di Matera sia nel primo che nel secondo tempo. La squadra ha giocato con i suoi ritmi e i tempi di gioco, in cui ottima è stata la fase offensiva”.

BIDINOTTI - Qualche piccolo problema fisico ne aveva limitato il rendimento nell’ultima fase del girone d’andata, ma Orlando Bidinotti è tornato ai suoi altissimi livelli: “E’ un top player, non l’abbiamo certo scoperto a Bernalda. Quando vuole fa girare la squadra a mille. In ogni caso la squadra non è Bidinotti dipendente perché abbiamo un collettivo molto forte, lo dimostra la classifica marcatori e tutti gli uomini che vanno a segno durante le nostre partite. Il gioco del mister riesce a coinvolgere tutti gli atleti a disposizione”.

LOTTA AL VERTICE - Non solo il Taranto per la lotta al primato: “Non c’è solo la squadra pugliese in lotta per il primato, io non trascurerei il Limatola perché ha fatto un buon mercato di riparazione. E’ vero che deve andare a giocare sia a Bernalda che a Taranto, entrambi campi caldi, ma ormai nel girone di ritorno non esisterà più il fattore campo nelle gare che contano. Per me quindi sarà una lotta a tre e si deciderà all’ultima giornata”.

LA TIFOSERIA E LE LUNGHE PAUSE - Il messaggio finale è dedicato all’impagabile tifoseria rossoblu: “E’ il primo anno che il Bernalda in un campionato nazionale ha disputato un girone così d’avanguardia tenendo costantemente la testa della classifica. Il Palacampagna è stato sempre pieno e non si sono notati spazi vuoti. Qualcuno sosta anche in piedi a volte. Vedere i palazzetti pieni è l’orgoglio di ogni società, squadra e staff tecnico. Uno degli aspetti primari è fare divertire il pubblico. Speriamo di centrare la Final Eight di Coppa Italia. L’unica cosa che non condivido sono queste lunghe pause nel mese di marzo per gli impegni della Nazionale perché non è possibile fermare un campionato per tre settimane per riprendere a giocare ad aprile, tutto questo depaupera il lavoro svolto”.


Ufficio stampa ASD BERNALDA





Pubblicità