skin adv

Colpaccio Orange: Leon superato 4-2. Asti a un punto dalla zona playoff

 18/03/2021 Letto 181 volte

Categoria:    Serie B
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    ORANGE FUTSAL ASTI





Un mercoledì da Leoni per l’Orange Futsal che ha ragione del Leon al termine di una partita combattuta a viso aperto e che ha dato agli uomini di Patanè la chiave per arrivare al post season.

LA PARTITA - Celentano dirige bene la squadra all’inizio e detta i ritmi con Rivella, Vitellaro e Itria. La palla gira velocemente e dopo poco più di tre minuti, un tiro da fuori del Capitano, fredda nell’angolino basso Manna. Il vantaggio non fa aumentare i ritmi, ma in modo compassato, i padroni di casa gestiscono i possessi senza che il Leon si renda pericoloso. A meta tempo, su una rimessa laterale, la difesa lombarda si perde nuovamente Celentano che da lontano lascia partire una staffilata che si infila nell’angolino basso alla destra del portiere ospite. 2 a 0 che induce il mister dei lombardi a chiamare time out chiedendo ai suoi di aumentare la personalità degli attacchi. E in effetti il Leon risponde alle sollecitazioni aumentando pressing e presenza nell’area avversaria. Ma è su una ripartenza che Pozzi ruba il tempo alla difesa Orange e infila in uscita Casalone. Il pressing tuttavia fa aumentare i falli agli ospiti e a tre minuti dalla fine, su una pressione in attacco, viene fischiato il sesto. Morrone spreca il tiro libero tirando fuori dallo specchio della porta. Il tempo finisce senza troppi sussulti. Più scoppiettante la ripresa dove non mancano le occasioni. Celentano ancora lui dal limite su uno schema da punizione, timbra nuovamente l’angolino basso dando il doppio vantaggio agli Orange, Squillace coglie invece l’incrocio dei pali, ma la palla non entra. Le due squadre aumentano il ritmo Curallo da lontano accarezza il palo, mentre in mischia, Pozzi riporta sotto il Leon. Più di un’occasione per aumentare il divario da parte di Amico, Vitellaro e Itria, ma è Curallo a inventarsi la rete della serata con un tiro imparabile ancora all’angolino basso a tre minuti dalla fine. A questo punto i lombardi giocano la carta del portiere di movimento e l’ultima emozione è data da un rigore a 9,7 secondi dalla fine, ma Casalone ipnotizza Pozzi e para la massima punizione.

Il quinto posto è a un punto, sognare a questo punto i play off è più che lecito.


Ufficio Stampa Orange Futsal




COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità