skin adv

#futsalmercato, Pesaro: arrivano i rinforzi. Il primo della lista è ufficiale

 02/07/2022 Letto 1542 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Redazione
Società:    PESARO





Il primo nome in entrata dell’Italservice Pesaro era uno della lista. Il club di Lorenzo Pizza annuncia il goleador del Sandro Abate della passata stagione, quel Duda Dalcin che a suon di reti ha portato Avellino a un passo dalle semi scudetto. Murilo Schiochet e Arcidiacone i nomi, per il momento, più gettonati nella lista della spesa.

LA NOTA - E’ il momento di annunciare il primo grande “colpo” dell’Italservice Pesaro: Luiz Eduardo “Duda” Dalcin è un nuovo calciatore biancorosso. Tutti lo volevano, Pesaro è riuscita a strapparlo alla concorrenza di mezza Serie A (e non solo). Quantità, qualità, esperienza, tanti gol: sono solo alcune delle “skills” che contraddistinguono il primo innesto operato dal presidente Lorenzo Pizza. Classe 1989, Duda Dalcin sbarca per la prima volta nelle Marche. Ci arriva dalla Sandro Abate in cui è stato uno dei principali protagonisti delle ultime importanti stagioni in Serie A della società campana. Con il club di Avellino Dalcin infatti ha giocato gli ultimi due campionati (due e mezzo se consideriamo la metà di stagione 2019-2020 mozzata dal Covid), garantendo enorme sostanza sia in fase difensiva che offensiva. Corre tanto Duda e segna anche di più: 19 centri nel campionato appena terminato (sesto nella classifica dei bomber della Serie A 2021-2022) più uno nei recenti playoff, per un totale di ben 20 palloni infilati nella porta avversaria. E’ stato uno dei top scorer dell’annata sportiva appena terminata nonostante segnare non sia la sua “mission” principale in campo, di certo non l’unica. Senza palla infatti è un giocatore molto prezioso, perché garantisce tantissima quantità e altrettanto dinamismo. Proprio come ha dimostrato sia in neroverde che nei cinque anni precedenti in Sicilia (suddivise tra Catania C5, Maritime Augusta e Meta Catania con altri 50 gol messi a segno) dove si è messo presto in grande evidenza per il suo eclettismo. Il suo saper essere jolly per ogni allenatore che lo ho mandato in campo è sempre stata una preziosa risorsa e, conoscendo mister Colini, sarà sicuramente così anche per lui.

Redazione C5Live

 





Pubblicità