skin adv

Fabrica, Luconi e i suoi numeri 1: «Ecco il mio giudizio su Barigelli e Relandini»¬Ě

 16/03/2023 Letto 857 volte

Categoria:    Serie B
Autore:    Alessandro Cappellacci
Società:    REAL FABRICA





Il Real Fabrica ha ancora a disposizione quindici punti in totale per staccare uno dei tre pass validi per la qualificazione ai playoff di Serie B, senza tener conto dei quattro assegnati alle migliori settime. Il primo dei residui cinque impegni della regular season, in programma sabato 18 marzo, vedrà il main roster guidato da Daniele Pacelli ospitare la United Pomezia, la nona forza del raggruppamento E - insieme all’History Roma 3Z - a quota ventiquattro.

POMEZIA - “Sarà una gara sicuramente dura, come tutte”, la premessa di Simone Luconi, che aggiunge: “Il girone E è molto equilibrato e affronteremo una squadra estremamente pericolosa, ma giocheremo di fronte al nostro pubblico, che ci dà sempre tanto calore, quindi questo fa sì che io abbia poca paura del Pomezia”. Il preparatore bianco-bluceleste sa bene che i suoi estremi difensori reciteranno un ruolo fondamentale ai fini dell’accesso al postseason: “Per me, il portiere è l’85% della squadra: quando si trova a sfoderare una prestazione precisa, è difficile che si perda. Certo, non può giocare soltanto lui, poiché serve l’aiuto di tutti, ma ognuno dei ragazzi sta lavorando bene e con maggiore serenità, perciò sono convinto che, alla fine, taglieremo il traguardo dei playoff”.

I PORTIERI - Luconi, poi, si sofferma sui suoi numeri 1: “In questa stagione, ho avuto la fortuna di lavorare con Valerio Barigelli e Marco Relandini, senza dimenticare Riccardo Rossetti, che si allena duramente come gli altri due, ma, al contempo, non può prendersi lo stesso impegno settimanale. Per quanto riguarda Barigelli, lo conosco dai tempi del CLT, essendo io di Terni, quindi già conoscevo le sue doti e la sua bravura, ma vederlo davanti agli occhi mi ha sbalordito, non tanto per l’aspetto tecnico, bensì per la voglia e la costanza che, nonostante l’età, ci mette sempre. Relandini, invece, è un portiere molto giovane, che già conoscevo dall’anno scorso. Ritengo abbia il potenziale per affermarsi, nei prossimi anni, come uno dei migliori estremi difensori di tutto il panorama nazionale della Serie B, se continuerà a esercitarsi così”. Il membro dello staff fabrichese, dunque, non poteva chiedere di meglio per quel che concerne la batteria dei pipelet: “Sono soddisfatto senza alcun dubbio: Barigelli ha portato punti pesanti e Relandini si è fatto trovare prontissimo a Terracina. Il mio giudizio su di loro è senz’altro positivo”, conclude Luconi.


Alessandro Cappellacci



COPIA SNIPPET DI CODICE











-->