skin adv

Pesaro, maledetta sfortuna! Taborda ko, rosso a Borruto, fuori a rigori

 16/01/2021 Letto 791 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Divisione Calcio a 5
Società:    VARIE





Un Italservice Pesaro da applausi fa sognare tutta Italia, ma alla fine è l’ACCS Parigi a conquistare gli ottavi di finale della UEFA Futsal Champions League. Alla Teddy Riner Arena, in una sfida che ha fatto registrare picchi elevatissimi di utenti collegati su tutti i social (oltre 3.500 sulla pagina Facebook di PMG Sport Futsal), la squadra di Fulvio Colini segna per prima con Borruto – poi espulso – ma è raggiunta a tre minuti dalla fine, prima di arrendersi ai rigori dopo i gol nei supplementari di Mohammed e Marcelinho. Una lunghissima lotteria dei rigori premia infatti alla fine la corazzata francese di Ricardinho, guidata in panchina da Jesus Velasco, con l’errore decisivo di Honorio. Ma quella del club del presidente Pizza, costretto a rinunciare dopo pochi minuti anche a Taborda, è stata una prestazione davvero maiuscola.

LA PARTITA In avvio è subito protagonista Honorio, che prima salva sulla linea una conclusione a colpo sicuro di Ricardinho, poi mette di un soffio a lato dopo aver agganciato un grande rilancio di Miarelli. Il portiere della nazionale è provvidenziale su Mouhoudine e in seguito su Lutin, ma poi una tegola si abbatte su Colini e la squadra italiana: Taborda va ko per un colpo durissimo ed è costretto a incitare i suoi compagni dalla tribuna, infortunato. La sfortuna non abbandona l’Italservice, che colpisce due legni, prima con il “Cholito” Salas e poi con l’ottimo Fortini. A 4 minuti dall’intervallo la squadra di Colini esaurisce il bonus, ma non rinuncia alla sua pressione. Aksentijević, portiere serbo dell’ACCS Parigi, si esalta due volte su Borruto, ma a 56’’ dal riposo è costretto a capitolare. Proprio il Cobra, dopo una rimessa laterale, si avventa su una palla vagante e di sinistro “buca” sotto le gambe il portiere avversario. Si va negli spogliatoi con il club del presidente Pizza in vantaggio, ma alla ripresa del gioco arriva la sorpresa della doppia espulsione, di Bruno Coelho e Borruto, a quanto sembra per qualche colpo proibito nel tunnel. Il nazionale portoghese aveva chiuso il primo tempo in quintetto e dunque l’Italservice beneficia di una superiorità numerica: l’uomo in più non riesce comunque a portare al raddoppio. La squadra di Velasco potrebbe pareggiare al minuto 3’50’’, quando Miarelli stende in area Ortiz e viene ammonito. Per parare il rigore entra Guennounna, ma il sinistro di Mohammed si stampa sulla traversa. Il Pesaro difende con tenacia e lucidità, Aksentijević dice di no a Marcelinho e Fortini negando il raddoppio ai ragazzi di Colini. A quattro minuti dalla fine Velasco chiama time-out e si affida a Ricardinho portiere di movimento. La mossa porta subito frutto, perché dopo una manciata secondi la perfetta circolazione dei padroni di casa porta al pareggio del capitano Mohammed. Siamo sull’1-1, tutto da rifare. Ricardinho a meno di un minuto dalla sirena centra un palo clamoroso, Miarelli a 16 secondi dalla fine “mura” con un prodigio Bakkali: lo spauracchio dei supplementari diventa realtà.

EXTRA TIME I francesi premono con più convinzione, ma la migliore chance capita a De Oliveira, che però centra il legno. Nel secondo extra-time arrivano i fuochi d’artificio. Mohammed trova il gol del 2-1 e porta avanti l’ACCS, Colini risponde schierando Honorio portiere di movimento: il pareggio di Marcelinho, alla 100esima presenza con il Pesaro, è praticamente immediato. Ricardinho, sempre con il “power play”, centra il legno, Colini attacca a sua volta con il 5vs4 ma i rigori sono inevitabili.

ACCS PARIGI-ITALSERVICE PESARO 10-9 d.t.r. (2-2 s.t.s., 1-1 p.t.s., 1-1 s.t., 0-1 p.t.)
ACCS PARIGI: Aksentijević, Ricardinho, Mouhoudine, Ortiz, A. Mohammed, Belhaj, Bakkali, Bruno Coelho, El Mesrar, Lutin, N’Gala, Toure, Diagouraga, Abal. All. Velasco

ITALSERVICE PESARO: Miarelli, Honorio, Canal, Taborda, Marcelinho, Tonidandel, Fortini, Salas, Borruto, Jefferson, Cuzzolino, De Oliveira, Dionisi, Guennounna. All. Colini

MARCATORI: 19’04’’ p.t. Borruto, 16’52” s.t. A. Mohammed (AP), 1’36” s.t.s. A. Mohammed (AP), 2’27” s.t.s. Marcelinho (IP)

AMMONITI: A. Mohammed (AP), Miarelli (IP), Marcelinho (IP)

ESPULSI: Bruno Coelho (AP) e Borruto (IP) prima dell’inizio del s.t.

ARBITRI: Borislav Kolev (Bulgaria), Trayan Enchev (Bulgaria), Cédric Pelissier (Francia) CRONO: Jordan Feltesse (Francia)

NOTE: A. Mohammed (AP) calcia sulla traversa un rigore al 3’48” del s.t.

SEQUENZA RIGORI: Salas (IP) gol, Mouhoudine (AP) gol, De Oliveira (IP) gol, A. Mohammed (AP) gol, Jefferson (IP) gol, Ricardinho (AP) gol, Cuzzolino (IP) gol, Bakkali (AP) gol, Marcelinho (IP) parato, Ortiz (AP) palo, Canal (IP) gol, Belhaj (AP) gol, Fortini (IP) gol, Lutin (AP) gol, Tonidandel (IP) gol, El Mesrar (AP) gol, Honorio (IP) fuori, N’Gala (AP) gol.





Pubblicità