skin adv

Basso e il vero Regalbuto: “Col Cosenza abbiamo dimostrato chi siamo”

 09/12/2021 Letto 287 volte

Categoria:    Serie A2
Autore:    Antonio Iozzo
Società:    REGALBUTO





La splendida vittoria casalinga contro il Cosenza ha rilanciato il Regalbuto in classifica. Dopo tre partite senza successi, con appena due punti raccolti, la formazione di Reali ha mandato un messaggio deciso al campionato, infliggendo il primo stop stagionale alla capolista. Ora la trasferta sul campo della Polisportiva Futura, in cui i siciliani andranno a caccia di conferme, per alimentare le proprie ambizioni di vertice.

“Dopo più di un mese, tornare al successo è stato importantissimo”, la soddisfazione di Alexandre Basso Cobo, uno dei grandi protagonisti del 4-3 maturato contro i Lupi. Il Regalbuto ha così ritrovato una vittoria che mancava dal 30 ottobre: “Per quello che facciamo ogni giorno, meritiamo di stare in alto - sottolinea il difensore -. L’ultima gara dimostra molto di noi: fare risultato contro la prima della classe, nonostante le assenze di Wallace e La Rocca, è un segnale di grande forza”.

L’ex Cobà vuole mantenere alta la concentrazione: “Stiamo facendo bene, ma dobbiamo ancora migliorare molto. La squadra ha cambiato tanto in estate e ha bisogno di un periodo di adattamento, anche se la strada intrapresa è senza dubbio quella giusta”, assicura il numero 5,che poi analizza la corsa per il primo posto, un discorso che sembrerebbe coinvolgere quattro squadre: Cosenza, Melilli, Giovinazzo e Regalbuto. “Ognuna di queste formazioni ha valori importanti, ma nessuna è impossibile da battere. Vedo un campionato difficile e molto equilibrato”.

Vietato abbassare la guardia. La sfida contro la Polisportiva Futura richiede la massima attenzione: “Non possiamo pensare che esistano partite semplici, soprattutto in trasferta. Loro hanno una buona rosa, con alcuni giocatori che conosco, dovremo dare tutto”, conclude Basso, con grande rispetto, ma senza paura. “Con il rientro di Wallace e speriamo anche di La Rocca, sarà un Regalbuto ancora più forte”. Un Regalbuto senza limiti, che può e deve puntare in alto. 


Antonio Iozzo




COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità