skin adv

Virtus, Caloiaro e l'obiettivo promozione: "Ci ripagherebbe per tutti gli sforzi e i sacrifici"

 16/02/2024 Letto 204 volte

Categoria:    Serie D
Autore:    Redazione
Società:    VIRTUS LAZIO





Ancora ai box. Terza settimana senza gare per la Virtus Lazio, che prima ha dovuto fare i conti con il ritiro dell’Emotional, poi con la sosta del campionato, infine con il rinvio della sfida contro il San Giovanni. Una situazione da gestire nel migliore dei modi.

RIPOSO FORZATO - “Stiamo facendo allenamenti specifici per mantenere il nostro stato di forma fisico. Inoltre, ne stiamo approfittando anche per testare alcuni accorgimenti tattici che sicuramente ci porteranno benefici in campo, appena riprenderemo con le gare di campionato”. A parlare è Roberto Caloiaro, esperto portiere della Virtus e giocatore su cui tutti contano: “Sono uno dei più anziani della squadra, anche se preferisco la definizione di saggio, e cerco di essere sempre un esempio per i compagni più giovani. Mi impegno al massimo durante gli allenamenti e tutte le volte in cui vengo chiamato in causa per fornire il mio contributo al conseguimento del massimo risultato della squadra. Per quanto possibile, provo anche a dispensare qualche consiglio utile nella vita, al di fuori del contesto sportivo”.

IL BILANCIO - Il numero 22 commenta con soddisfazione il cammino della Virtus in campionato: “Siamo cresciuti molto in questi mesi, soprattutto dal punto di vista della coesione di squadra. Abbiamo avuto alcune vicissitudini che a oggi sono pienamente risolte. Abbiamo gestito bene i momenti di crisi e non ci siamo mai abbattuti”. Caloiaro traccia anche un bilancio personale: “Quando serve il mio contributo alla squadra, mi faccio trovare sempre pronto. Il ruolo del portiere comporta importanti responsabilità verso i propri compagni perché se tu sbagli, non c'è nessuna prova d'appello: gli avversari fanno gol. Però sono proprio queste responsabilità che alla mia veneranda età mi forniscono energia per continuare ad allenarmi e a divertirmi tra i pali dei nostri amati tappeti verdi”.

IL FUTURO - L’estremo difensore crede molto nei mezzi della sua Virtus e nella prospettiva di vincere il campionato: “Sarebbe bellissimo salire di categoria. Ci ripagherebbe degli sforzi e dei sacrifici che tutti noi, e indirettamente anche le nostre famiglie, facciamo quotidianamente dentro e fuori dal campo”. Caloiaro è alla sua seconda stagione con la maglia biancoceleste ed è pronto a mettersi ancora in gioco: “Mi trovo molto bene, per la parte finale della mia carriera non potevo chiedere di meglio. A fine campionato tireremo le somme e decideremo insieme cosa fare, tuttavia, speriamo che il vecchio proverbio "non c'è due senza tre" sia ancora di moda”.


Irene Annarelli



COPIA SNIPPET DI CODICE











-->