skin adv

Fortitudo Pomezia, derby bollente. "Non è finita finché non è finita"

 20/04/2024 Letto 239 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    FORTITUDO POMEZIA 1957





Archiviata anche l’ultima sosta stagionale dovuta agli impegni delle nazionali, la #SerieAFutsal  è pronta per vivere gli ultimi 80 minuti di una Regular Season che deve ancora emettere diversi verdetti sia per quanto riguarda il discorso Playoff che quello relativo ai playout. Campi caldi, in contemporanea alle ore 18:00, daranno vita ad un penultimo turno che potrebbe regalare emozioni forti e fuochi d’artificio, oltre che rivelarsi decisivo proprio per alcuni dei verdetti di cui sopra.Un penultimo turno che vedrà la Fortitudo Pomezia 1957 impegnata al PalaOlgiata contro un’ Olimpus Roma  che ha stradominato questa stagione regolare, vincendol a con ben 5 turni di anticipo. Una partita difficilissima ma dal grande fascino per Molitierno e compagni, ai quali però non basterà nemmeno vincere se non dovessero arrivare notizie ‘positive’ dal match del Palazzetto dello Sport di Orte tra Active e Pesaro. Le (ipotetiche) e contemporanee vittorie di viterbesi (qui potrebbe andar bene anche il segno X) e pometini, infatti, consentirebbero alla Fortitudo di accorciare a meno 1 (o meno 2 in caso di pareggio della squadra di Scarpitti) dalla compagine marchigiana e continuare a sperare fino all’ultimo secondo dell’ultima giornata. Proprio come accadde lo scorso anno, quando però ad accedere ai Play Off fu Catania (stessi punti dei rossoblu) in virtù del vantaggio negli scontri diretti.

LA CONFERENZA STAMPA DEL PISTOLERO – 20 gol realizzati fino a questo momento in campionato, è il Bomber principe della Fortitudo Michele Raubo  a presentarsi davanti ai microfoni del Palalavinium alla vigilia della supersfida in casa dell’Olimpus Roma. Michele, domani si va al PalaOlgiata contro la prima della classe e con un solo risultato a disposizione… “Un risultato, aggiungo io, che potrebbe anche non bastare. Ci aspetta un sabato bollente e non mi riferisco chiaramente alla temperatura climatica. Sarà una partita difficilissima per noi, contro una squadra che ha vinto la regular season con tante giornate di anticipo arrivando anche in finale di Coppa Italia, e questo la dice lunga sul valore assoluto dell’Olimpus. Noi, come hai detto giustamente tu, abbiamo soltanto un risultato a disposizione e quindi daremo tutto quello che abbiamo in corpo per provare a conquistare i tre punti. Soltanto dopo penseremo a quello che è successo negli altri campi. Con mister Grassi abbiamo lavorato tantissimo in queste due settimane per preparare nel migliore dei modi questa partita. In testa abbiamo soltanto l’Olimpus e scenderemo in campo come se fosse una finale”.

Un risultato che, come dicevi, potrebbe anche non bastare. Anche vincendo, infatti, le speranze sono ridotte ad un lumicino perché Pesaro ha ancora quei 4 punti di vantaggio che arrivati a due giornate dalla fine diventano un divario davvero importante. Quanto ci credete?
 “Certo, è inutile girarci intorno o nascondere il fatto che a due giornate dal termine 4 punti suonino quasi come una sentenza. Ma abbiamo ancora la matematica dalla nostra e questo significa che è ancora possibile. E se è ancora possibile abbiamo il dovere di crederci e fare tutto quello che è nelle nostre possibilità per vincere la partita. Se poi non sarà bastato ne prenderemo atto ma almeno non avremo aggiunto altri rimpianti a quelli che già abbiamo per una prima parte di stagione così al di sotto delle nostre possibilità”.

Intanto, appunto, bisogna vincere e rimandare qualsiasi altro discorso a dopo la partita. Ma come si ferma l’Olimpus?
“Credo che invece di concentrarci sul come fermare l’Olimpus, che è squadra fortissima, dobbiamo pensare a come può e deve giocare la Fortitudo. Dobbiamo dare tutto, giocare come sappiamo ed imporre il nostro gioco. Pensiamo soltanto a noi e alla fine tireremo le somme”.

Che partita ti aspetti?
“Mi aspetto una partita di altissimo livello nella quale i dettagli, anche il più piccolo, potranno fare la differenza. Una partita tra due squadre di talento e con giocatori in grado di far divertire il pubblico. Ci siamo preparati bene e non vediamo l’ora di scendere in campo”.

LA TERNA ARBITRALE – Dirigerà l’incontro tra Olimpus Roma e Fortitudo Pomezia Nicola Maria Manzione di Salerno. Secondo arbitro sarà il pugliese Nicola Dimundo di Molfetta. Al crono Giovanni Zannola di Ostia Lido.

INGRESSO CON TICKET ELETTRONICO E DIRETTA SU FUTSAL TV – Non sarà possibile accedere al PalaOlgiata senza essere in possesso di un tagliando per assistere al match. Questo il link per la biglietteria online messa a disposizione dall' Olimpus Roma https://www.asolimpus.it/biglietteria

Ufficio Stampa Fortitudo Pomezia

 



COPIA SNIPPET DI CODICE











-->