skin adv

L84, ai playoff da Fab4! "Risultato storico per la societĂ . Importante per lo scudetto"

 22/04/2024 Letto 225 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    L84





C’è modo migliore di chiudere la propria regular season in casa battendo i Campioni d’Italia in carica? Fatichiamo a trovare una risposta che ci metta per lo meno il dubbio. Tant’è che la L84 ha battuto di forza la Feldi Eboli al Pala Maggiore, lanciando la propria voglia di stupire verso i Play Off: ora la Top Four è una sicurezza.

LA PARTITA - La sfida del Pala Maggiore si apre con la solita fase di studio, ma l’intensità è già quella da Play Off. Dopo 7′ di ottima Feldi, minuti è Fortini a provarci per primo, ma senza inquadrare il bersaglio grosso. Quindi è il turno di Caponigro, che però si fa ipnotizzare da Tondi. Così la partita cambia di ritmo, aprendosi al tergicristallo. Infatti al 10′ Rescia legge e serve Cuzzolino. L’argentino aspetta l’arrivo di Raguso, bravissimo a finalizzare a tu per tu con Dal Cin: 1-0. La Feldi non ci sta, ma Calderolli scalda solamente le mani di Tondi. A 7′ dalla prima sirena ci provano ancora le Volpi con Galliano, ma Tondi copre il suo palo. La L84 si riscopre quindi cinica, tanto che a 6′ dalla fine del primo tempo raddoppia: palla bellissima di Raguso, bravo a pescare Josiko che non sbaglia. Dopo 1′ ancora Josiko impegna Dal Cin con un bel destro al volo. La squadra di Samperi ci prova ancora, però Tondi è in stato di grazia. Tuttavia il portiere della L84 stende Caponigro in uscita a 66″ dalla sirena: ci sarebbe Rescia come ultimo uomo, ma per i direttori di gara il fallo è da rosso diretto. Così la partita potrebbe ruotare, ma i verdeneri dimostrano solidità. Infatti, con la Feldi in bonus, Tuli è bravissimo a prendersi un fallo prezioso: tiro libero. Contro Montefalcone si presente provvidenza Cuzzolino: pallone all’incrocio e 3-0 in extremis. Tuttavia c’è ancora spazio per due parate monstre di Pasculli, entrato dopo il rosso a Tondi. Si riparte con la L84 che gestisce bene l’inferiorità ed il vantaggio. Però dopo 5′ Josiko sbaglia in costruzione: Selucio ringrazia e rimette in partita le Volpi. Non passa nemmeno un minuto che Liberti restituisce il favore a Fortini, bravissimo a crederci e a trovare la porta con il massimo sforzo: 4-1. Non c’è però da pensare che la partita sia finita. Lo sa benissimo la squadra di Samperi che accorcia sempre con Selucio a 10′ dalla fine. Così la Feldi lancia il cuore oltre l’ostacolo, ma Cuzzolino legge un’opportunità nel forcing delle Volpi. Infatti Tuli lo pesca alla grande e l’argentino salta con grazia Dal Cin, appoggiando in porta il gol che vale il 5-2. Così Samperi si gioca la carta del portiere di movimento a 9′ dalla fine, impegnando a più riprese Pasculli. Poi il match svolta a 7′ dalla fine: Liberti blocca Tuli in ripartenza, da cui nasce il secondo giallo e l’espulsione. Così la L84 potrebbe gestire, ma Tuli decide di fare tutto da solo, segnando il gol del 6-2. La Feldi continua con la mossa disperata del portiere di movimento, impegnando ancora un ottimo Pasculli. Poi a 3′ dalla sirena Rescia tocca Patias in area, commettendo fallo da rigore. Lo stesso Patias sigla dal dischetto il gol del 6-3, battendo Pasculli. Tuttavia in tre minuti la L84 regge di forza e di cattiveria, conquistando una vittoria pesantissima in chiave classifica, battendo i Campioni d’Italia. Ora la sicurezza non sono solo più i Play Off, ma anche la Top Four.

PANICCIA - Al termine della sfida, mister Paniccia ha commentato la gara ai microfoni di Futsal TV: “È una vittoria pesantissima perché siamo matematicamente nelle prime quattro. Questo risultato è storico per la società ed è importante per la griglia dei Play Off, poi nell’ultima giornata ci giocheremo il piazzamento. Avevamo defezioni importanti come Coco e Mateus, ma Schettino e Yamoul hanno dato l’anima e messo qualità. Siamo felicissimi. A parte il rigore abbiamo difeso benissimo ed i ragazzi hanno dato l’anima. Hanno fatto una partita che dire maiuscola sarebbe riduttivo”. Dunque c’è ancora una sfida, quella della prossima settimana a Genzano, prima di gettarsi nella mischia dei Play Off. L’abbiamo detto diverse volte, ma non ci stanchiamo: la L84 c’è.

Ufficio stampa

 



COPIA SNIPPET DI CODICE











-->