skin adv

Futsal Week, partita pazza: gli Azzurrini sfiorano la rimonta epica, ma vince 6-5 la Croazia

 22/06/2024 Letto 275 volte

Categoria:    Nazionale
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    ITALIA





Una sfida folle e indecifrabile porta in dote una sconfitta alla Nazionale U19 di futsal che cade 6-5 per mano della Croazia nella seconda fase della Futsal Week, il torneo in corso di svolgimento a Porec, in terra istriana. Dopo aver vinto il proprio girone con Polonia e Germania, gli Azzurrini, inseriti nel triangolare riservato alle vincenti con i croati e la Spagna, partono dunque con una sconfitta. Partita folle si diceva: l’Italia va sotto 3-0 nel primo tempo, risalendo un passo alla volta nella ripresa (parziale anche di 5-1 per i padroni di casa) fino a impattare sul 5-5 a 6’ dalla fine. Quando tutto sembra portare a un pareggio e anzi, è l’Italia a prendere in mano la gara, arriva il beffardo 6-5 definitivo di Posavec. Domani giorno di riposo per Ceccarelli (oggi doppietta) e compagni, mentre si gioca alle 18.15 Spagna-Croazia. Domenica, sempre alle 18.15 la sfida conclusiva con le Furie Rosse: la vincente del girone si aggiudica il torneo.

CRONACA - I primi minuti di gara sono abbastanza equilibrati, con entrambe le squadre che provano a pungere, senza però riuscire ad affondare il colpo. Superata la metà tempo la Croazia compie lo ‘strappo’: al 13’ Barisic realizza il gol dell’1-0, approfittando di un errore difensivo, poi due minuti più tardi è Parlov a punire la retroguardia degli Azzurrini con la rete del 2-0. Il doppio svantaggio manda in difficoltà l’Italia, che accusa il colpo e al minuto 18 subisce anche il 3-0 realizzato da Recic. L’avvio di ripresa è scoppiettante: nel giro di 2’ prima segna Cutruneo, poi Packo e un’autorete sfortunata di Grosso portano sul 5-1 i padroni di casa, infine ancora Cutruneo riaccende la speranza dell’Italia con il gol del 5-2. È un segnale, gli Azzurrini non mollano la presa sulla partita: al 7’ Grosso si procura un rigore che Ceccarelli trasforma e un minuto più tardi è ancora il capitano ad andare a segno con una deviazione volante in area di rigore che riapre definitivamente la partita. Il 5-4 regge a lungo finché Sposato non decide di caricarsi la squadra sulle spalle: i suoi isolamenti mandano in tilt la difesa croata e al 14’ da un suo uno contro uno nasce la splendida imbucata di Cutruneo per Grosso che realizza il 5-5. A due minuti e mezzo dalla fine, però, nonostante l’inerzia penda tutta a favore gli Azzurrini, la Croazia riesce ad avere un sussulto e trova il 6-5 con Posavec. È la rete che decide la partita, perché Bellarte inserisce il portiere di movimento, ma il risultato non cambia più.


Ufficio Stampa Figc



COPIA SNIPPET DI CODICE











-->