skin adv

Djelveh, un derby da ex: "Pomezia, sblocchiamolo subito"

 17/12/2021 Letto 480 volte

Categoria:    Serie A2
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    FORTITUDO POMEZIA 1957





Reduce dal convincente successo con Ortona arrivato grazie alle doppiette di Ramon e Fornari e al gol di Fred, la Fortitudo Pomezia è attesa domani pomeriggio al Palatorrino (fischio d’inizio ore 15:00) dal derby contro la Mirafin, per quello che sarà a tutti gli effetti l’ultimo appuntamento ufficiale di un 2021 che come ha dichiarato il DG Aiello in settimana “sarà ricordato come uno degli anni più importanti nella storia del club”. Una partita, quella valevole per il terz’ultimo turno di campionato e che chiuderà di fatto l’anno solare prima della sosta, che i ragazzi di mister Stefano Esposito hanno preparato (come sempre del resto) scrupolosamente, decisi più che mai a ritrovare quella vittoria fuori casa che manca dalla seconda giornata sul campo della capolista Viterbo. Al Palacus finì 4-6 grazie ai gol di Mentasti, Fornari, Follador, Lemos, Papù e Fred.

L’AVVERSARIO - Ma non sarà affatto semplice, anzi. Ad attendere i rossoblu, infatti, una Mirafin alla disperata ricerca di punti salvezza dopo un avvio di campionato difficile che la vede relegata attualmente all’ultimo posto della graduatoria. Ma che, contestualmente, ha fatto il pieno di fiducia e consapevolezza nei propri mezzi dopo l’ottima prova sfoderata settimana scorsa a Sala Consilina, andando a prendere un punto su un campo tra i più ostici di tutto il raggruppamento (2-2 il finale con reti di Moreira e Rengifo). Al netto, poi, di un concetto che nella sua banalità racchiude comunque una grossa verità. Ossia che un derby non è mai una partita come le altre e che indipendentemente dallo stato attuale in cui le due squadre ci arrivano può succedere davvero di tutto. “Vogliamo questa salvezza – ha dichiarato proprio mister Mirra al termine del match contro il Sala – e sono straconvinto che ci riusciremo. Molte volte ci è mancano quel pizzico di fortuna per far pendere l’ago della bilancia dalla nostra parte ma come dico sempre ai ragazzi siamo una squadra molto giovane ma dalle grandi potenzialità”.

DARIUSH DJELVEH - Conferenza stampa della vigilia affidata ad uno dei grandi ex della partita, Dariush Djelveh, laterale classe 1989 e capitano per l’occasione della Fortitudo Futsal Pomezia, vista l’assenza di Mentasti per squalifica. Uno che quando il gioco si fa duro, risponde sempre presente. Muscoli e qualità al servizio di Stefano Esposito. “Siamo abituati a preparare scrupolosamente ogni partita – le parole di Dariush – tutte le settimane studiamo ogni minimo dettaglio degli avversari che andremo ad affrontare e lo abbiamo fatto chiaramente anche in questa circostanza”. “Ed è proprio per questo che non mi faccio influenzare dalla classifica e dico che mi aspetto una partita difficilissima – ammette il numero 6 – la Mirafin è una squadra abituata a ‘soffrire’ sportivamente parlando, una squadra che non molla mai e che sa come poterti mettere in difficoltà. A mio avviso sarà importante provare a sbloccarla il prima possibile perché, se la gara dovesse incanalarsi sui binari dell’equilibrio, potremmo poi incappare in qualche difficoltà di troppo”. Djelveh traccia quindi la rotta: “Dovremo essere bravi a prendere subito in mano le redini della partita perché loro ci aspetteranno e cercheranno di colpirci in contropiede. Faranno di tutto per fare punti, anche sulle ali dell’entusiasmo per il pareggio che hanno conseguito a Sala Consilina”. “Lontano dalle mura amiche del Palalavinium abbiamo perso qualche punto – sottolinea Djelveh – ma credo che questo sia soltanto un mero dato statistico e non rappresenti in alcun modo un problema. Piuttosto testimonia quello che abbiamo sempre detto, ossia che il nostro è tra i gironi più tosti di tutta la Serie A2”. “Noi comunque arriviamo molto bene a questa sfida – chiosa il numero 6 della Fortitudo – siamo pronti e pienamente consapevoli di essere una squadra attrezzata per puntare all’obiettivo che ci ha dato la società ad inizio stagione”.

ASSENZE PESANTI – Detto della squalifica del capitano Giuseppe Mentasti, Stefano Esposito dovrà fare a meno anche di Francesco Molitierno, impegnato con la Nazionale Italiana e Ricardo Zanella che si è sottoposto all’intervento per ripulire il menisco.

LA TERNA ARBITRALE – Arbitrerà l’incontro tra Mirafin e Fortitudo il fischietto di Avezzano Luca Di Battista, coadiuvato da Mirel Iordache di Vasto. Al crono Gianluigi Squilletti di Campobasso.

LA DIRETTA STREAMING – Anche per l’ultima del 2021 sarà possibile assistere alla diretta streaming della partita dei rossoblu collegandosi su questa pagina a partire dalle ore 15:00. Telecronaca a cura di Fanner Reporter. Voce, come sempre, di Lorenzo Savi.

Ufficio Stampa Fortitudo Pomezia

 




COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità