skin adv

L'Italservice Pesaro si lecca le ferite: tra imprecisione sotto porta e troppe leggerezze

 12/02/2024 Letto 176 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    PESARO





Troppe occasioni da gol sprecate, molte per merito del portiere avversario, altre per imprecisione sotto misura. Poi due gol subiti con un pò troppa “leggerezza” e alla fine la reazione generosa che dimezza solo il gap. In tre righe è questo il riassunto del kappao subito dall’Italservice Pesaro sul campo della Fortitudo Pomezia. E’ finita 2 a 1 per i padroni di casa, sicuramente più concreti e incisivi dei biancorossi in questo match, che segnava il ritorno in campo della Serie A dopo la sosta per gli impegni della Nazionale. La prestazione c’è stata, la concretezza no. Peccato davvero.

IL MATCH – La prima occasione è dei locali, con Dudù che calcia dalla destra ma trova la risposta coi piedi di Putano. Replica l’Italservice con Schiochet, qui Molitierno risponde in maniera straordinaria negando un gol già “fatto”. Qualche minuto dopo è Pires a tentare il tap in sottomisura, ma ancora il guardiano di casa si oppone. Ancora Pesaro. Juan Fran, ex di turno, ruba palla e scappa verso la porta avversaria, prende la mira, e questa volta è Raubo sulla linea a immolarsi e negare in maniera incredibile il meritato vantaggio ai ragazzi di Fausto Scarpitti. Sulla ripartenza, bravo Putano in spaccata su Gattarelli. Rapidi capovolgimenti, di nuovo Juan Fran a tu per tu con Molitierno che ha la meglio pure stavolta. La palla non vuole entrare. Neanche quando Tonidandel da ottima posizione calcia forte ma troppo alto. La gara si sblocca al 15′: calcio d’angolo, palla scodellata per Miguel Angelo, destro a incrociare perfetto e palla all’angolino. E’ 1 a 0. L’Italservice reagisce subito, Barichello inventa, Tonidandel ci prova col piattone destro ma c’è l’ennesimo miracolo di Molitierno. A 63 secondi dall’intervallo la doccia gelata: Bueno sulla destra punta la difesa rossiniana, si accentra e grazie ad un blocco ha spazio per liberare il sinistro vincente, che vale il 2 a 0. Davvero una punizione immeritata per l’Italservice. Nella ripresa la musica non cambia. Pesaro attacca e crea tantissimo, ma Molitierno sfodera parate incredibili una dopo l’altra, mentre su un paio di contropiedi del Pomezia è superaltivo Putano. Al 9′ della ripresa l’Italservice la riapre: assist delizioso di Barichello, Juan Fran controlla e calcia in maniera imparabile. E’ 2 a 1 con il più classico dei gol dell’ex, il primo in maglia biancorossa per lo spagnolo. Segue l’assalto dell’Italservice ma anche col power play la difesa di casa regge e la gara termina 2 a 1. Peccato davvero, perché prestazione e occasioni prodotte avrebbero meritato decisamente miglior sorte.

FORTITUDO POMEZIA-ITALSERVICE PESARO 2-1 (2-0 p.t.)
FORTITUDO POMEZIA: Molitierno, Matteus, Esposito, Dudu, Miguel Angelo, Silveri, Gattarelli, Yeray, Tarenzi, Bueno, Miguel Angelo, Raubo, Cesaroni. All. Grassi

ITALSERVICE PESARO: Putano, Tonidandel, Schiochet, Vavá, Caruso, Luberto, Petrucci, Barichello, Pires, Belloni, Juan Fran, Andrè. All. Scarpitti

MARCATORI:  14’30” p.t. Miguel Angelo (F), 18’57” Bueno (F), 9’20” s.t. Juan Fran (I)

ARBITRI: Pasquale Crocifoglio (Napoli), Luca Di Battista (Avezzano) CRONO: Gianluca Rutolo (Chieti)

Ufficio stampa

 



COPIA SNIPPET DI CODICE











-->