skin adv

Toni e fulmini! Italservice Pesaro, tesoretto da playoff: domato il Pirossigeno Cosenza

 16/03/2024 Letto 205 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    PESARO





Hai presente l’oro? Questi sono tre punti d’oro. Cercati, sudati, presi. L’Italservice Pesaro batte 4 a 3 una Pirossigeno Cosenza mai doma, che rimonta due volte i tentativi di fuga dei biancorossi ma alla fine cade. One-man-show fra i rossiniani: il Capitano, l’immenso Capitano Felipe Tonidandel, autore di una tripletta che ha trascinato la squadra verso il successo. Il terzo di fila che, come minimo, confermerà i rossiniani (stasera settimi insieme alla Sandro Abate, in campo domani a Pomezia) in zona playoff.

LA CRONACA – L’Italservice inizia forte, crea un paio di situazioni interessanti senza fortuna. Al terzo tentativo Pesaro la sblocca: azione insistita, palla aperta sulla sinistra per Tonidandel e il capitano con un bel destro a giro la infila all’angolino. Cosenza soffre gli attacchi dei biancorossi, ma quando deve offendere, sfruttando schemi ben lavorati che coinvolgono l’uscita di Del Ferraro, spaventa l’Italservice. E poi pareggia, proprio così: quinto inserito all’improvviso, superiorità sfruttata bene in verticale e a due passi dal palo Petry appoggia in rete l’1 a 1. Siamo nel cuore del primo tempo, seguiranno alcuni minuti con rapidi capovolgimenti. Pesaro manca il nuovo vantaggio con Tonidandel e Vavà, mentre Putano è molto reattivo su due conclusioni ravvicinate degli ospiti. Al riposo è 1 a 1. Nella ripresa il match prima decolla poi esplode. Un ottimo scambio fra Murilo Schiochet e Tonidandel permette a Felipe di appoggiare in rete il nuovo vantaggio. Azione simile poco dopo con Caruso e Belloni ma quest’ultimo col destro non trova la deviazione ottimale. Tris rimandato di qualche istante, segna un gran gol Barichello che salta un avversario sulla sinistra, scappa e spara in porta il 3 a 1. Il Cosenza non ci sta e prima spaventa Pesaro (Putano perfetto in uscita bassa su Pelezinho), poi accorcia con una punizione-missile di Carlitos. Tre minuti dopo, al 12′, Titon in ripartenza firma il 3 a 3. Mancano 8 minuti e si ricomincia da capo, ma Pesaro deve fare a meno di Murilo Schiochet per un problema muscolare. La lotta si accende, Juan Fran sfiora il 4 a 3 di testa, poi ci pensa ancora lui, solo lui, sempre lui a risolvere tutto: Felipe Tonidandel che su punizione defilata confeziona l’hattrick personale calciando sul palo più lontano in maniera vincente. Il PalaMegabox impazzisce di gioia. Portiere di movimento nel finale per la Pirossigeno, Putano cancella il pareggio di Titon a 35 secondi dal gong. Si chiude 4 a 3, con tanta sofferenza e altrettanta gioia. Era l’ottava partita in 30 giorni (la settima di campionato). Ora due settimane di pausa, Pesaro tornerà in campo sabato 30 marzo a Mantova. Sarà gara durissima, lo sappiamo bene. In vista di quella partita, rifiatare e ricaricare le pile, dopo aver messo in cascina punti importanti per i playoff. Punti d’oro, per la precisione.

Ufficio stampa



COPIA SNIPPET DI CODICE











-->