skin adv

L'Italservice Pesaro non si accontenta: "Playoff? In campo sempre per vincere"

 24/04/2024 Letto 220 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    PESARO





L’ultima di regular season è in arrivo. L’Italservice Pesaro si prepara alla sfida casalinga contro il Napoli Futsal, prevista sabato alle ore 21. Diretta esclusiva su Sky Sport. I biancorossi, freschi di pass aritmetico per i playoff scudetto, cercano punti preziosi per conquistare la miglior posizione in griglia possibile. Come è chiamato a fare il Napoli Futsal dei tanti ex, su tutti mister Fulvio Colini, passando per i giocatori Bolo, Borruto, Canal, De Luca, Salas e Mancuso. I partenopei sono campioni di Coppa Italia in carica ma sabato se la vedono con un’Italservice in salute, per merito (anche) del grande lavoro del preparatore atletico rossiniano, il ‘Prof’ Rodrigo Baldelli.

QUESTIONE DI MENTALITA’ - E’ proprio lui a presentare la gara: “Era molto importante centrare la qualificazione playoff lo scorso fine settimana – sottolinea Baldelli -, i ragazzi hanno lavorato benissimo nelle ultime dieci gare. Alzando i ritmi e i giri del motore. Si sono fatti trovare pronti nei momenti più importanti della regular season. Per quanto riguarda la partita col Napoli, mi aspetto una gara divertente, dove prevarranno gli attacchi, visto che vincere significherebbe garantirsi una buona classifica. La nostra mentalità, della società e del mister, è chiara: affrontiamo ogni partita per provare a vincerla. Ci faremo trovare pronti”. Baldelli rappresenta un’assoluta new entry di questa stagione all’interno dello staff tecnico biancorosso. Pesarese doc, ha girato l’Italia per il suo lavoro da preparatore atletico (Serie C maschile di calcio, Serie D e Serie A Femminile tra le tante esperienze) che porta avanti contestualmente al ruolo di professore scolastico e anche universitario da oltre vent’anni: “Il direttore Munzi, esperto e con una visione di futsal importante, mi ha contattato la scorsa estate. Io mi occupo in particolare di prevenzione, di abbassare le statistiche degli infortuni”. E ancora: “Siamo fortunati, i giocatori dell’Italservice sono dei super professionisti. Ciò facilita il mio lavoro, mi limito a preparare del terreno fertile, in modo tale che i ragazzi possano esprimere le loro potenzialità. Grosse formule non esistono, però bisogna sempre tenere a mente le varie incognite: le lunghe trasferte, la gestione delle partite ravvicinate e dei lunghi periodi di pausa. Se quest’anno sono riuscito a esprimere il massimo della mia professionalità è soprattutto merito di mister Scarpitti, c’è sinergia totale, si fida di me e ha conoscenze di lusso sulla materia atletica: non è facile trovare un tecnico così aperto e disponibile ad ascoltare”. Fondamentale anche l’apporto di Vitalie Miloslavschi: “Ho insegnato a Urbino e Vitalie è appunto un tirocinante con tanta voglia di imparare, di crescere – dice Baldelli -. L’ho preso sotto la mia ala e ricopre un ruolo importantissimo qui all’Italservice. Cura i lavori individuali di forza, mi sostituisce al bisogno e partecipa alle trasferte quando il mio lavoro mi priva della possibilità di partecipare”.

Ufficio stampa

 



COPIA SNIPPET DI CODICE











-->