skin adv

Nikao e Sardella fanno soffrire il Fuorigrotta. Lazio ko con l'onore delle armi

 23/11/2019 Letto 311 volte

Categoria:    Serie A2
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    S.S. LAZIO





Una Lazio incerottata gioca alla pari contro il Futsal Fuorigrotta, terza in classifica, e resta in partita fino alla fine. Nonostante la sconfitta i biancocelesti hanno dato sfoggio dell’ennesima prova di carattere in un match fortemente condizionato dalle assenze e da qualche episodio sfortunato sui primi due gol ospiti.
 
LA PARTITA Dopo un tentativo per parte, la gara si sblocca subito. Al 1’ il Fuorigrotta passa in vantaggio, aiutato anche da un pizzico di fortuna. Rimpallo sfortunato tra Barigelli ed un compagno, la palla termina a Jefferson, che pesca Kakà tutto solo per il comodo tocco in porta. La Lazio non si scoraggia e al 2’ è già in parità. Barigelli pesca Nikao, il brasiliano se ne va per via centrali e dal limite non lascia scampo a Ganho. Il match prosegue su buoni ritmi e al 5’ il Fuorigrotta torna di nuovo avanti. Corner di Jefferson, Barigelli tocca la sfera che, dopo una carambola, finisce a Perugino per il facile tocco del 2-1. Il nuovo vantaggio carica i campani, che al 9’ triplicano le marcature con Perugino, che si fa trovare pronto sul secondo palo su azione di corner. I biancocelesti non demordono, si riportano in avanti a tornano in partita al 15’: Nikao e Sardella scambiano nello stretto ed il pivot brasiliano calcia di potenza la rete del 2-3 di metà gara. Nella ripresa la Lazio torna in campo con grande convinzione e dopo aver rischiato su una incursione di Jefferson, impatta la sfida: conclusione al volo di Lupi, Sardella tocca e Musumeci mette dentro la rete del 3-3. 
 
LA DOCCIA GELATA I biancocelesti adesso ci credono, ma all’8’ arriva la doccia gelata, con una rapida ripartenza che permette a Turmena di riportare in avanti i ragazzi di Oliva. La Lazio non ci sta e si fa vedere ancora in avanti, ma il Fuorigrotta risponde colpo su colpo e mette le mani sulla partita al 12’, quando Kakà trova la conclusione da fuori che non lascia scampo a Barigelli. Rinaldi mette subito dentro Nikao come portiere di movimento, la Lazio sfiora la rete della speranza con Sardella, che non trova la deviazione sotto porta, ma non riesce a mettere dentro il gol utile per riaprire la sfida.
 
LAZIO-FUORIGROTTA 3-5
LAZIO Barigelli, Polverini, De Bella, Nikao, Musumeci, Chilelli, Troiano, Passarelli, Capponi, Lupi, Afilani, Sardella ALLENATORE Rinaldi
FUORIGROTTA Capiretti, Mendes, Perugino, Imparato, Daniele, De Simone, Kakà, Giaquinto, Turmena, Milucci, Jefferson, Ganho ALLENATORE Oliva
MARCATORI Kakà 1’ (F), Nikao 2’14’’ (L), Perugino 4’56’’, 8’35’’ (F), Sardella 14’29’’ (L) nel p.t. Musumeci 4’26’’ (L), Turmena 7’42’’ (F), Kakà 12’09’’ (F)
ARBITRI Varola di Olbia, Desogus di Cagliari CRONO Iannuzzi di Roma 1
NOTE Ammoniti Perugino, Afilani, De Bella, Sardella Falli 5-2, 3-2
 
Ufficio stampa Lazio




Pubblicità