skin adv

Leader, fuoriclasse, assistman e match winner: io sono... Fortino!

 18/04/2021 Letto 198 volte

Categoria:    Serie A2
Autore:    Redazione
Società:    FF NAPOLI





Riprende Turmena con la furia proprio del leader, prima ancora che il direttore di gara estragga un galeotto giallo, tanto pesante quanto evitabile, che priverà Piero Basile dell’ex Real Rieti nella finale di Coppa Italia di A2 contro l’Olimpus Roma Gruppo LF. Poi si trasforma, diventa Robocop e s’inventa il decisivo 3-2 al coriaceo Cobà nella prima semi di Final Eight rendendo una suolata al portiere in uscita qualcosa di semplicissimo, in realtà con un elevatissimo coefficiente di difficoltà. Solo le due istantanee di un Fortino simply the best: doppietta all’Atletico Nervesa, assist e golazo al Cobà.

IL CAMPIONE è tutto in questa frase: “Non credo di aver giocato una buona semi prima del gol (in realtà il momentaneo 2-1 di Turmena è figlio di un suo taconazo, così tanto per gradire ndr), sapevamo che sarebbe stata dura, una partita che si poteva vincere solo nei dettagli”. Tirato a lucido, in forma strepitosa, Fortino è prossimo ai 38 anni, eppure sembra un talentino affamato di successo. “Mia moglie mi chiede sempre fino a quando voglio giocare. Lo farò fin quando inizio gli allenamenti con la voglia di competere e migliorarmi di giorno in giorno”. Ecco il campione, che vive il presente in un tempo futuro: “Il mio 3-2? Avevo studiato Fiuza, sapevo che gli avrei fatto quella suolata”. Ora la finale: se l’Olimpus ha in Dimas l’arma letale, il Napoli scende in campo con Robocop.

Redazione C5Live





Pubblicità