skin adv

Chiodo fisso Virtus, Christian Medici: "Vogliamo raggiungere la promozione in C2"

 21/03/2024 Letto 152 volte

Categoria:    Serie D
Autore:    Redazione
Società:    VIRTUS LAZIO





Grazie al successo ottenuto nel recupero contro il San Giovanni, la Virtus Lazio è tornata a occupare la prima posizione in classifica. I ragazzi di mister Vulcano dovranno ora difenderla fino alla fine della stagione, iniziando dall’incontro di venerdì sera contro il Casal Bianco.

IL MATCH - “Ci aspetta una partita molto difficile, rispettiamo l’avversario ma non abbiamo paura di nessuno”. Parla con sicurezza Christian Medici, uno dei ragazzi più giovani in casa Virtus, che sta lasciando il segno in questa stagione: “Loro sono una buona squadra, ma noi scenderemo in campo concentrati sul fare il nostro match, imponendo il nostro ritmo e cercando di non fare gli errori dell’ultima gara. La vittoria contro il San Giovanni porta positività, ma ci teniamo solo questo. La prestazione non è stata delle migliori, non abbiamo reso al 100%, ma è una vittoria e ce la teniamo stretta. Ci aspettano molte partite cruciali, scontri diretti dove dovremo dare il massimo per blindare la prima posizione”.

OBIETTIVI - Christian ha le idee chiare: “Il mio obiettivo e quello di tutta la squadra è riuscire ad arrivare alla vittoria finale e raggiungere la promozione in C2. Lottiamo per questo dal primo allenamento della preparazione e lo faremo fino all'ultima partita del campionato, soprattutto perché dobbiamo dimostrare in campo la nostra forza e il nostro essere squadra. Sono un eterno autocritico e guardo sempre gli aspetti negativi delle mie prestazioni per cercare di migliorare. Il miglioramento è la mia costante, ci tengo molto. Grazie a questo atteggiamento, non ripeto gli errori commessi e mi concentro sulle sfide che mi attendono. In più, l’ambizione di vincere il campionato mi aiuta a lottare e ad allenarmi al meglio. Voglio coronare il sogno della società di giocare la prossima stagione in una categoria superiore”.

AMBIENTE VIRTUS - L’universale si è subito ambientato alla grande: “Conoscevo molti ragazzi anche prima di arrivare qui e legare con il resto della rosa è stato facile. Nella squadra c’è anche mio padre, quindi è vietato proprio commettere errori, anche perché poi in casa si parlerebbe solo di quelli - scherza il giovane -. Mi trovo bene, siamo molti uniti e questo ci permette di aiutarci a vicenda nel dare il massimo. Anche con lo staff tecnico e il mister sono in buoni rapporti. Sportivamente mi conoscevano già, condividiamo gli stessi obiettivi e faremo di tutto per raggiungerli”.


Irene Annarelli



COPIA SNIPPET DI CODICE











-->