skin adv

Benevento sotto le luci della ribaltA: "Ecco quando ho capito che potevamo vincere"

 24/04/2024 Letto 202 volte

Categoria:    Serie A2
Autore:    Divisione Calcio a 5
Società:    BENEVENTO 5





Con un netto 6 a 2 ai danni del Città di Melilli, il GG Teamwear Benevento ha ufficialmente conquistato, con un turno d’anticipo, il primo posto del girone B che vale la promozione nel massimo campionato nazionale. Un cammino straordinario quello dei campani che sono stati capaci di vincere 17 delle 23 partite disputate, mettendosi alle spalle il Vitulano Drugstore Manfredonia. I campani hanno dunque festeggiato il titolo al PalaTedeschi, davanti ai propri tifosi, ed ora chiuderanno la stagione proprio sul campo dei biancocelesti pugliesi. Un match reso inutile dalla cavalcata della truppa di Andrea Centonze che si è complimentato con i suoi ragazzi per aver superato le aspettative iniziali.

La società si è dimostrata ambiziosa ma i risultati non sono mai scontati, quanto credevate alla possibilità di vincere il titolo?
“Sapevamo di essere una squadra forte ma sinceramente non pensavamo di riuscire a vincere il campionato. Ci siamo trovati ad affrontare un girone estremamente equilibrato, con tante realtà ben attrezzate ed ogni partita nascondeva le sue insidie. Col passare delle settimane abbiamo capito di poter puntare in alto ed anche l’innesto di Lolo Suazo ci ha dato un grande mano. Uno dei momenti più importanti è stato sicuramente lo scontro diretto con il Manfredonia in cui abbiamo giocato ai limiti della perfezione centrando un risultato importante che ci ha dato tanta consapevolezza. Nella gara interna con l’Itria, però, ho cominciato a credere davvero al primo posto. Tra infortuni e squalifiche, avevamo diverse assenze ma siamo riusciti a conquistare i tre punti con una grande prestazione di squadra”.

Come avete preparato la gara con il Città di Melilli? Sapevate che vincendo avreste chiuso il discorso, come avete gestito la pressione in settimana?
“Credo sia stata una delle partite più difficili da preparare, specialmente a livello mentale. Speravamo di assicurarci il primo posto già nel turno precedente ma il Manfredonia ha rimontato nel finale costringendoci ad un ultimo sforzo. Eravamo consapevoli che contro il Melilli non sarebbe stata una passeggiata, perché ci avevano battuto all’andata e dovevano difendere il terzo posto. Sono una squadra molto esperta ed il loro rendimento lo ha dimostrato. Nell’allenamento del giovedì ho percepito grande tensione tra i ragazzi ed ho preferito lasciargli un giorno libero per rasserenarli. Devo dire che la risposta è stata quella sperata, abbiamo disputato una grandissima partita spinti da un pubblico eccezionale. Siamo riusciti a metterla subito sui binari giusti e poi a difendere il risultato, evitando possibili sorprese nel prossimo match con il Manfredonia”

Con che spirito andrete ad affrontare la Serie A? Di cosa ha bisogno questa squadra per sopperire al salto di categoria?
“La società è ambiziosa e proverà a strutturarsi per rimanere a lungo nel massimo campionato. Il primo passo è rendersi contro che il livello si alza di molto e bisogna adeguarsi. Partendo da questa consapevolezza, servirà certamente ampliare la rosa con giocatori forti ed esperti ma sono orgoglioso e fiducioso dei ragazzi che ho già a disposizione”.

Ufficio stampa Divisione C5



COPIA SNIPPET DI CODICE











-->