skin adv

La Serie D è una furia verso il Comitato Lazio: venerdì si gioca, ma chi sono gli avversari?

 02/11/2021 Letto 2712 volte

Categoria:    Serie D
Autore:    Redazione
Società:    VARIE





Mancano solamente 3 giorni dopo oltre 2 anni a causa del Covid per tornare a giocare. Venerdì 5 novembre è la data dell'inizio del campionato, i gironi sono usciti il 29 ottobre, ma dei calendari ad ora nemmeno l'ombra. E la maggior parte dei club si allenano il lunedì e il mercoledì per poi giocare il venerdì. I giocatori e naturalmente l'allenatore vorrebbero preparare la gara sapendo chi dover affrontare, ed invece l'avversario è a loro sconosciuto. Non si sa se si dovrà giocare tra le mura amiche o in trasferta, se preparare la gara sul sintetico o sul parquet. Se giocare alle 19:00 e prendersi un'ora di permesso dal lavoro o alle 21:00 come consuetudine. Tutti punti interrogativi che stanno mandando su tutte le furie gli oltre 70 club partecipanti più il femminile. Senza tener conto di un altro fattore importante: se un club dovesse aver problema con il campo ed ha bisogno di spostare la gara o se si sbaglia qualcosa sul calendario? Quando uscirà la modifica, il giorno della gara?

COSI' NON VA – Purtroppo sono tutte affermazioni dei club - che ci scrivono in un numero esagerato - giuste quelle che puntano il dito verso i vertici del Comitato Lazio, che stanno portando anche diverse società ad allontanarsi, e magari a disputare i campionati CSI che da questo punto di vista, dicono di essere più organizzati.

DISAPPUNTO – Noi come Calcio a 5 Live abbiamo iniziato il nostro percorso nel lontano 2005 proprio nel curare i campionati di Serie D, ci siamo migliorati e cresciuti anno dopo anno, dando sempre di più al movimento in termini di news, statistiche, dirette etc. Ma qualcuno, al Comitato la nostra crescita pensiamo seriamente non l'abbia vista e soprattutto, è la prima stagione in cui i rapporti sono pari allo zero, nessuna bella notizia da dare ai nostri tantissimi seguaci. Speriamo che qualcosa cambierà...presto.

Redazione C5Live





Pubblicità