skin adv

Serie A, Colini imita Velasco. Anzi, di più: Pesaro tri-campione d’Italia

 25/06/2022 Letto 2833 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Divisione Calcio a 5
Società:    VARIE





La Serie A New Energy termina come la corrispettiva femminile. Una marchigiana perde la prima gara di finale, prima di ribaltare tutto, a casa sua. Ma se per il Città di Falconara è stato il primo scudetto, per l’Italservice Pesaro è il terzo di fila. Fulvio Colini eguaglia la striscia di Velasco con la Luparense (2006-09), ma va oltre, ora è il primo allenatore a vincere sette scudetti. I rossiniani vanno tre volte sotto a gara-3, perdono Borruto e sembrano abdicare, ma ribaltano tutto nel finale e si impongono 4-3 contro un’immensa Feldi, davanti a un PalaFiera sold out e alle telecamere di Sky Sport.

IL PRIMO TEMPO comincia con Colini che torna in panchina dopo la squalifica: è senza l’infortunato Canal e l'acciaccato Cuzzolino (gastroenterite) in tribuna, ripropone lo stesso roster di gara-2. Samperi mescola le carte tatticamente per non prendere gol in apertura (mosse azzeccatissime), ma gli uomini sono gli stessi visto che Pesk e Romano sono fermi da tempo ai box. Chi si aspetta il solito Pesaro aggressive, sbaglia di grosso. L’Itaservice non sfonda per niente, anzi va due sotto, prima con Selucio su errore di Espindola e assist di Bissoni. Poi, dopo il pari-lampo Honorio, con Calderolli, su un altro errore di Espindola. E' 2-2 all'intervallo

LA RIPRESA si apre con Luizinho s’inventa il 3-2 con un magico sinistro, Borruto viene espulso per doppia ammonizione (una simulazione aspramente contestata da Pesaro), Espindola tiene a galla i suoi nei due minuti in inferiorità numerica. E anche a tu per tu con Caponigro. Sarà una delle chiavi del match. Perché il Pesaro riemerge, proprio come fatto in Supercoppa (sempre contro la Feldi) e in Coppa Italia (contro l'Olimpus). Colini stavolta anticipa il portiere di movimento a oltre 7’ dal termine. Il 3-3 arriva subito: lo inventa Salas, lo rifinisce Taborda. A 2’40” il primo sorpasso pesarese, firmato Bolo, è quello decisivo. Finisce 4-3: triplete Pesaro, l’egemonia continua.

 

ITALSERVICE PESARO-FELDI EBOLI 4-3

 

SERIE A - PLAYOFF SCUDETTO
QUARTI DI FINALE
1)
ITALSERVICE PESARO-CIAMPINO ANIENE 5-3 (gara-1 6-1)
2) NAPOLI FUTSAL-SANDRO ABATE 5-3 (2-3)
3) SYN-BIOS PETRARCA-FELDI EBOLI 4-6 (4-8)
4) OLIMPUS ROMA-FUTSAL PESCARA 3-3 d.t.s. (4-2)

SEMIFINALI
X) ITALSERVICE PESARO-NAPOLI FUTSAL 7-4 (gara-1 6-1)
Y) OLIMPUS ROMA-FELDI EBOLI 5-7 (0-6)

FINALE - GARA 3
ITALSERVICE PESARO-FELDI EBOLI 4-3 (gara-1 5-6 d.t.r., gara-2 6-1)

 

ALBO D’ORO SERIE A MASCHILE
1984 Roma Calcetto, 1984/1985 Roma Calcetto, 1985/1986 Ortana, 1986/1987 Marino, 1987/1988 Roma RCB, 1988/1989 Roma RCB, 1989/1990 Roma RCB, 1990/1991 Roma RCB, 1991/1992 BNL Roma, 1992/1993 Torrino, 1993/1994 Torrino, 1994/1995 BNL Roma, 1995/1996 BNL Roma, 1996/1997 BNL Roma, 1997/1998 Lazio, 1998/1999 Torino, 1999/2000 Genzano, 2000/2001 Roma RCB, 2001/2002 Prato, 2002/2003 Prato, 2003/2004 Arzignano, 2004/2005 Perugia, 2005/2006 Arzignano, 2006/2007 Luparense, 2007/2008 Luparense, 2008/2009 Luparense, 2009/2010 Montesilvano, 2010/2011 Marca, 2011/2012 Luparense, 2012/2013 Marca, 2013/2014 Luparense, 2014/2015 Pescara, 2015/2016 Asti, 2016/2017 Luparense, 2017/2018 AcquaeSapone, 2018/2019 Italservice Pesaro, 2019/2020 non assegnato, 2020/2021 Italservice Pesaro, 2021/22 Italservice Pesaro





Pubblicità