skin adv

Zagarolo, Riccomagno in stand-by: “Aspettiamo novità, ma ci saremo in ogni caso”

 29/05/2020 Letto 454 volte

Categoria:    Serie C2
Autore:    Alessandro Pau
Società:    CITTA DI ZAGAROLO





Il campionato di Serie C2 si è concluso anzitempo a causa della pandemia del Covid-19, e il Città di Zagarolo, terz’ultimo nella classifica del Girone D, rischia di ottenere una clamorosa e inaspettata retrocessione. Mauro Riccomagno non fa drammi, sperando in un ripescaggio e affermando la ferma volontà di fare calcio a 5 a prescindere da ciò che succederà.

LA STAGIONE - Partiti con ambizioni playoff, gli amaranto del Città di Zagarolo si sono ritrovati invischiati a lottare per la salvezza anche a causa di un esodo invernale che ha decimato la squadra. Lo stop ha quindi congelato la classifica, condannando gli amaranto ad un piazzamento nella zona che sarebbe valsa i playout, ma che a questo punto vuol dire retrocessione: “Lo stop al campionato era inevitabile, non c’erano più le condizioni per riprendere la stagione - afferma Mauro Riccomagno -. Aspettiamo l’esito della classifica, siamo molto curiosi di sapere quali saranno le decisioni. Purtroppo vedere quello che sta succedendo nelle serie minori di calcio a 11, in cui faranno retrocedere le squadre nella zona rossa, non ci fa ben sperare, perché noi per un punto ci siamo dentro. Questa è una cosa alquanto surreale, perché mancavano molte partite e condannare una squadra per un punto è esagerato. Aspettiamo novità anche per le giovanili. È prematuro parlare di altro - spiega -, siamo in attesa delle decisioni”.

SVILUPPI - In attesa di capire cosa sarà del Città di Zagarolo, il tecnico amaranto espone a grandi linee come si muoverà la società, anche in virtù delle difficoltà economiche che colpiranno per forza maggiore tutti i club: “Noi, a prescindere dalle decisioni, ci saremo, ma valuteremo cosa potremo fare e in che modo farlo. Le difficoltà purtroppo ci saranno - avverte -, ma non solo per noi. Il nostro obiettivo sarebbe riconfermare il gruppo in blocco, inserendo anche i giovani: la nostra fortuna è proprio quella di avere il settore giovanile. Gli sponsor infatti saranno presi con altre spese e non vorranno investire nel settore sportivo. Noi siamo fortunati perché nel nostro territorio ci sono tanti ragazzi appassionati di futsal. I ragazzi della nostra U19 saranno aggregati in prima squadra - prosegue -. Non sappiamo ancora quando si inizierà, chiediamo quindi agli organi competenti di venire incontro alla società e di far sapere le decisioni in tempo per preparare la stagione. A noi piacerebbe giocare la C2, ma dobbiamo capire gli sviluppi in termini di ripescaggio. Ho sentito i giocatori - continua Riccomagno -, e molti hanno già dato la disponibilità per la prossima stagione. C’è tanta voglia di riscatto, soprattutto per come è andata a finire, perché non fa parte del nostro stile. Quest’anno è stato stranissimo, eravamo partiti con ben altri obiettivi”. Chiosa finale con un augurio: “Faccio un saluto ai nostri tesserati, dirigenti e allenatori. Speriamo di rivederci presto sul campo, il prima possibile”.


Alessandro Pau
 





Pubblicità