skin adv

Fusari, vita da ex: "Signor Prestito? Vado a Matera per vincere con l'A&S"

 22/10/2020 Letto 170 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    ACQUAESAPONE





Il calendario alle volte è dispettoso e creare strani incroci del destino. Chiedetelo a Cristiano Fusari, che nelle prossime due giornate di campionato tornerà da ex su due campi in cui ha lasciato un bellissimo ricordo. Domani sera a Matera contro il CMB, la prossima settimana a Dosson contro la Came (in diretta Raispot venerdì 30 ottobre). Due partite con i riflettori addosso e la possibilità di lasciare il segno, per il numero 7 nerazzurro. L’anno scorso era con Fausto Scarpitti in Basilicata, poi ha seguito il coach in Abruzzo. Per la prima volta tornano da avversario sul campo del CMB: “Sono molto contento di tornare lì perché sono stato benissimo con la società, con i ragazzi, con i tifosi e tutto l’ambiente – ha detto Fusari – . Un posto in cui si vive bene e si lavora molto bene, c’è tanta passione per il calcio a cinque. Ovviamente adesso sono un avversario e penso solo al presente. L’accoglienza? Spero che sia positiva, mi hanno scritto tante persone. Sono sicuro di aver lasciato un buon ricordo come giocatore, ma soprattutto come persona. Sarò felice di rivedere qualche amico. Ma vado a Matera con la squadra per vincere…”.
 
CACCIA AL PRIMO GOL La squadra ora allenata da Nitti (un passato nelle giovanili dell’Acqua&Sapone Unigross) e capitanata dall’ex Cesaroni (c’è anche Rocha) ha cambiato tanto, ma il dna è rimasto intatto: già 4 punti nelle prime 2 giornate. “Siamo andati via in tanti, è vero, ma loro sono stati bravi a ricostruire il roster. E’ una squadra che corre tanto, che lotta, volenterosa e senza paura”. L’Acqua&Sapone Unigross l’anno scorso ha subito 7 gol contro il CMB, trovando il pareggio sulla sirena con un tacco di Calderolli. Fusari ricorda bene quella serata: “Io ero in tribuna perché infortunato quel giorno. L’ho vista da fuori e ho visto molto bene il tutto – racconta CF7 – . Quest’anno dovremo andare lì per partire forte e con tanta concentrazione. Sarebbe dura rimontare se andassimo in svantaggio. Dobbiamo entrare bene in campo, come a Salsomaggiore. Concentratissimi in difesa, prima di tutto. E il resto verrà da sé”. Fusari a caccia del primo gol in maglia nerazzurra. E se arrivasse proprio contro la sua ex squadra? Esulterebbe? “Vado a giocare per vincere, che è quello che conta di più. Se poi farò gol, bene. Ma noi dobbiamo tornare a casa con i tre punti, è il mio unico pensiero”.
 
Ufficio stampa



COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità