skin adv

Lamezia, tutto facile con la Vigor San Cataldo: i playoff sono una certezza

 27/03/2017 Letto 476 volte

Categoria:    Femminile
Autore:    Redazione
Società:    ROYAL TEAM LAMEZIA





E sono 15! Tante le vittorie stagionali della Royal Team Lamezia che oggi ottiene aritmeticamente il pass per i play off battendo 11-4 il San Cataldo (anche due pali ed un tiro libero parato). Terza (attualmente) o seconda si saprà dopo lo scontro diretto in Puglia domenica e all’ultima dopo Martina-Fasano mentre la Royal riposerà. Tant’è, l’obiettivo è fare comunque bene nei play off, cercando – aspetto basilare – di mantenere la giusta coesione nella squadra perché solo remando tutte nella stessa direzione si può bissare l’ottima Final Eight. Col San Cataldo la Royal approccia bene il match e già dopo 5 minuti conduce 3-0. Siciliane, presentatasi in 7 unità, che confermano i limiti denotati dalla classifica, ma con un paio di individualità (Carrubba e Fiorenza) tra l’altro giovanissime, di spicco. E così il primo tempo si chiude 5-0 per la Royal e dopo un calo iniziale nella ripresa gestisce comunque il match senza patemi.


PRIMO TEMPO - Dopo un minuto di silenzio in ricordo dell’ex pallavolista Simona Di Cello, Royal in campo con Fucile in porta, sia per dare più spazio a chi ha giocato meno e sia perché Liuzzo nel fine settimana non era al meglio; quindi Fragola, Mirafiore, Mezzatesta e Ierardi. Ed è proprio la brava crotonese che apre le marcature con una doppietta nei primi 4 minuti. Prima imbeccata sul secondo palo da un rasoterra di Mirafiore, e piatto destro 1-0 da due passi. Quindi il bis con identico clichè stavolta col sinistro e spostata sulla destra dopo triangolazione Mezzatesta-Mirafiore. In mezzo un tiro di Buggea per le ospiti a lato, e la risposta di Mirafiore, e Medico a respingere coi piedi. Passa poco ed ecco il tris: Fragola blocca la ripartenza ospite, giravolta e diagonale basso all’angolino 3-0. Iniziano ad entrare tutte (resteranno fuori solo Marrazzo e Leone, oltre a Liuzzo) nella Royal che gestisce il gioco con padronanza e così dopo una traversa di Malato, Losurdo ha due occasioni ma la prima di tacco è fuori, la seconda respinta da Medico. Fino al 4-0 realizzato proprio da Losurdo di destro su perfetto assist di Fragola. Pochissimi secondi ed ecco il poverissimo: segna Mezzatesta dopo un triangolo Mirafiore-Losurdo. Ancora un tacco di Losurdo poco dopo respinto dal portiere e la sospensione di circa 10 minuti per una crepa nel parquet, riparato alla meno peggio (ad ulteriore conferma di un PalaSparti sempre più vetusto). Il tempo di un doppio pregevole intervento di Fucile su Bruno e Fiorenza e si va al riposo.

SECONDO TEMPO - Una sola variante nella Royal, Losurdo per Mirafiore. Inizia bene l asolita Ieradi: prima fuori e poi parata di Medico su azione personale. E si arriva all’autogol di Losurdo: la brava Carrubba conquista palla sulla trequarti e da sinistra crossa, a centro area Losurdo credeva forse di essere dall’altra parte e mette in porta con un tocco fortuito. 5-1. Il San Cataldo prende fiducia e ancora con Carrubba e Fiorenza impegna Fucile. Fino al 6-1: realizza Pota su assist di Mirafiore. Ma le marcature sono larghe e Fiorenza portale sue sul 6-2. Quindi si rivede Mezzatesta: prima colpisce il palo poi realizza il 7-2 di testa su assist di Mirafiore. Il tempo di un gol divorato da Pota e da Scarantino per le ospiti e si arriva al 7-3: segna Buggea destreggiandosi bene in area. Ma la Royal risponde con Losurdo, che chiude un triangolo con Fragola e Bagnato. 8-3. Medico salva sulla linea su Bagnato, ma nulla può sul rigore di Losurdo (per fallo di Carrubba su Mezzatesta) poco dopo. 9-3. In pochi secondi il San Cataldo molla e la Royal realizza gli ultimi due gol con Ierardi e Mezzatesta per l’11-3, mentre la siciliana Failla in tape-in fissa l’11-4 finale. Anche un tiro libero di Losurdo parato da Medico e la gara si chiude.


Paola De Biasi

 






Pubblicità