skin adv

Time out Sau: "Milano, dobbiamo ancora entrare nella mentalità della Serie A"

 03/10/2017 Letto 212 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    MILANO





La sconfitta per 6-3 in casa della Came Dosson non deve fare scandalo perché le ultime due marcature della squadra allenata da Sylvio Rocha sono arrivate nei minuti finali mentre il Milano, con l’uomo di movimento, cercava di raggiungere il 4-4. Invece, come può capitare in queste occasioni, è accaduto che la squadra trevisana abbia approfittato della situazione e abbia messo in cascina altri tre punti importanti, mentre i biancorossi milanesi ne sono usciti con il primo ko della stagione dopo la bella vittoria nella prima giornata.


SAU - Il tecnico del Milano, Daniele Sau, analizza la partita: "Abbiamo fatto un buonissimo primo tempo, ma purtroppo dobbiamo ancora entrare nella mentalità della serie A. I primi due gol loro, infatti, li abbiamo regalati noi in situazioni che, nella massima serie, ti puniscono. Nonostante ciò abbiamo fatto un ottimo primo tempo chiudendolo sul 2-2. Nella ripresa, senza Ziberi e molti acciaccati, anche Alan si è fatto male e quindi ci siamo ritrovati senza la possibilità di girare i cambi. Anche nella ripresa siamo stati ingenui in qualche occasione. Poi, sotto di 4-2, abbiamo provato l’uomo movimento che ha dato i frutti nel 3-4 di Peverini, ma il cartellino rosso a Tondi, secondo me, è stato punito eccessivamente dagli arbitri e ci ha tolto ancora qualcosa. Poi si sono presentate altre situazioni di gioco in cui alcuni nostri giocatori non avevano le idee chiare, e così ci hanno punito ancora, forse eccessivamente visto il risultato finale“. Ma lo stesso Sau è fiducioso: “Torniamo a casa senza punti è vero, ma con la consapevolezza di aver fatto un ulteriore passo avanti in questa categoria. Abbiamo affrontato una Came Dosson quadrata e ben disposta in campo, cinica, mentre noi faremo tesoro di quanto accaduto. A Dosson di Casier usciamo a testa altissima“. Nella prossima sfida di campionato, contro la Lazio al Palasport di Sedriano, non ci sarà Tondi e Milano avrà modo di sondare in settimana le condizioni di alcuni giocatori già acciaccati prima del match contro la Came e anche quelli che si sono infortunati durante il confronto, vedi Alan. Una terza di campionato, contro i laziali, non facile anche perché questi ultimi nell’ultimo turno sono usciti sconfitti in casa contro il Real Rieti per 3-1.


Ufficio stampa Milano




COPIA SNIPPET DI CODICE