skin adv

Palestrina, la fierezza di contare sul vivaio. Esposito: “Alleno chi andrà in prima squadra”

 12/10/2017 Letto 324 volte

Categoria:    Serie C2
Autore:    Marco Panunzi
Società:    SPORTING CLUB PALESTRINA





Attento alla crescita dei giocatori. Attento alla buona riuscita di una stagione. Attento a mantenere la politica di un club che opera scelte seguendo una linea autarchica. E se il Palestrina è quasi tutto 'prodotto del vivaio', il merito è di chi insegna calcio.

NUMERI - “Le nostre giovanili sono in netta crescita: il numeri dei ragazzi, considerando quelli che vanno dai 5 anni fino ai giovanissimi, superano le cento unità. In più, oltre ai semplici numeri, bisogna dire che la maggior parte dei ragazzi in pianta stabile in prima squadra provengono dal nostro settore giovanile. 14 su 15 sono 'prodotti' del nostro vivaio e rappresentano lo zoccolo duro della nostra C2” con questo orgoglio si esprime Angelo, tecnico dell'Under 21 prenestina, quando si parla della scuola calcio del suo club. E, oltre a snocciolare dati di un'autarchia che evidentemente lo inorgogliscono e rendono merito alla bontà del lavoro societario, tiene a ringraziare i vertici del club. “Ringrazio Emanuele Virgili e Alessandro Bruni per l'occasione che mi hanno dato potendo allenare l'Under 21”.

CAMPIONATO – Non bisogna dimenticarsi però, oltre alle questioni fuori dal campo, che c'è un torneo da onorare. “Siamo consapevoli delle nostre forze ma voliamo bassi. Abbiamo molti ragazzi del 2000 e del 1999, molto giovani quindi, e conosciamo le problematiche che possono venire fuori.
Cerco di fare bene, un campionato da interprete prinicpale. Vogliamo andare a fare i playoff per giocare le fasi nazionali. Oltre al risultato poi cerco di allenare bene i miei ragazzi per farli andare in prima squadra, preparati e pronti per giocare coi grandi”.

Marco Panunzi




COPIA SNIPPET DI CODICE