skin adv

Heracles, volere è potere. Monaco, gol da tre punti: 3-2 allo Sport Country

 15/10/2017 Letto 327 volte

Categoria:    Serie C2
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    HERACLES





Quali sono le principali doti di una grande squadra? Probabilmente organizzazione, sicurezza nella gestione del pallone, capacità di leggere la partita e dominare gli avversari. E quelle di un grande gruppo? Indubbiamente essere uniti anche nelle difficoltà, sacrificarsi per i compagni, non arrendersi mai e crederci fino alla fine. Oggi l’Heracles ha dimostrato che, pur essendo anche in costruzione per diventare una grande squadra, è certamente un grande gruppo di amici, in grado di lottare fino al 60’ ed oltre, buttando il cuore oltre l’ostacolo anche dopo l’espulsione di uno dei migliori in campo e credendo nella vittoria, pur essendo in svantaggio fino al 59’, ottenuta proprio allo scadere. 

PRIMO TEMPO - Nel primo tempo l’Heracles gestisce bene il campo, il possesso palla è fluido e le occasioni arrivano, mentre il Gaeta è costretto a difendersi a metà campo. Il gol è la naturale conseguenza di un iniziale predominio degli scauresi ed arriva su schema da calcio da fermo, grazie ad una spettacolare rete di Mella. Nonostante il vantaggio, l’Heracles arretra il proprio raggio d’azione, consentendo al Gaeta di guadagnare campo e diventare più pericoloso. Petrella si esalta su Guerra e Sorrentino, ma è costretto a capitolare al 25’. Nel finale di tempo Grasso nega la rete a Mella, mantenendo il risultato sull’1-1.

SECONDO TEMPO - Nella ripresa il Gaeta passa in vantaggio al 7’, per merito di Sorrentino, che rubata palla a centrocampo, infila Petrella all’angolino. Il secondo tempo vive di sprazzi ed è gestito da entrambe le squadre in maniera confusionaria. Sono gli ospiti che si rendono pericolosi in almeno un paio di occasioni, ma Petrella tiene in vita i suoi. Al 56’il momento clou. Corrente, già ammonito, è costretto al fallo da ultimo uomo e viene espulso. L’Heracles stringe i denti e supera indenne i due minuti di inferiorità numerica. Al 58’ Monaco, appena entrato, si rende protagonista di uno stop e dribbling superlativi, servendo a Mella il più facile degli assist per il pareggio. Nel recupero è una girandola di emozioni. Sorrentino prende il palo dal limite e sull’azione successiva Mella gli ruba e ricambia l’assist a Monaco, che a porta vuota firma l’insperata vittoria. È il tripudio dell’Heracles e la grande amarezza dei gaetani.

MACARI - “In primis desidero fare i complimenti ad entrambe le squadre per la partita. Abbiamo affrontato una squadra molto forte con qualche defezione importante” ha dichiarato patron Macari a fine gara. “I ragazzi, con grande maturità, hanno tirato fuori una prestazione positiva e propositiva. Stiamo lavorando molto bene con Treglia in settimana, ma dobbiamo ancora imparare a gestire bene alcune situazioni caotiche dove serviva mettere calma. Queste partite dimostrano che bisogna crederci fino alla fine senza dare mai nulla per scontato. Mi piace sottolineare che in molti momenti della partita siamo stati in campo con 4 under contemporaneamente. Ora dobbiamo continuare a lavorare con umiltà e sacrificio negli allenamenti e procedere nel nostro percorso di crescita.”


Angelo Petrella
Ufficio Stampa ASD Heracles 




COPIA SNIPPET DI CODICE