skin adv

Il Bernalda dura un tempo. Suicidio difensivo, Sandro Abate corsaro 7-3

 22/10/2017 Letto 186 volte

Categoria:    Serie B
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    BERNALDA





Non riesce l’impresa al Rasulo Edilizia Bernalda che cede in rimonta alla capolista Sandro Abate con il punteggio di 7-3. Gli irpini legittimano nella ripresa una superiorità tecnica che, nel corso della sfida, non è risultato così evidente, visto che, soprattutto nei primi venti minuti, i lucani sono riusciti ad arginare la classe dei vari Fantacele, Stefanoni e Botta, commettendo, tuttavia, alcuni suicidi difensivi che hanno spianato la strada alle prime tre reti campane.


LA PARTITA - Per il match contro il team di Comella, De Moraes deve fare a meno di Gallitelli, Sarubbi e dell’infortunato De Brasi infortunato: tra i pali il tecnico si affida al giovanissimo Manuel D’Amelio, all’esordio in Serie B, e al quartetto composto da Fusco, Girardi, Bellaver e Da Costa. La partita si apre nel migliore dei modi per i rossoblù che, dopo neanche cinquanta secondi, passano in vantaggio con il sigillo di Fusco, bravo a recuperare una palla vagante a metà campo e ad anticipare l’uscita disperata di Sinno. Nell’occasione si infortuna l’ex Isernia Francesco Gigliofiorito, costretto a lasciare il campo. Il Sandro Abate fatica a rendersi pericoloso dalle parti di D’Amelio, ma riesce a ristabilire la parità grazie all’autorete di Bellaver che, sugli sviluppi di un corner, devia la palla nella sua porta. Al 5’ De Crescenzo spara alto da ottima posizione, mentre al 6’05’’ il neoentrato De Moraes commette un errore in disimpegno, aprendo la strada al contropiede irpino che si concretizza grazie alla rasoiata di Da Silva. Il trainer-player si riscatta pochi minuti dopo, siglando il gol del 2-2 con una conclusione velenosa, sugli sviluppi di una rimessa laterale, che inganna il portiere ospite. Il Bernalda ritorna in partita e sfiora il nuovo vantaggio con due belle occasioni create da Da Costa e Girardi, il portiere neroverde si esalta e stoppa i padroni di casa con interventi decisivi. Il Sandro Abate è anche fortunato al 16’23’’, quando D’Amelio interviene goffamente sul tiro non irresistibile di Da Silva, depositando in rete il pallone. Al 17’35’’ episodio dubbio in area irpina: Bellaver va alla conclusione e Sinno respinge, sulla sfera si avventa Da Costa che trova l’ottima opposizione del portiere, mentre un giocatore del Bernalda viene spintonato in area. Per gli arbitri è tutto regolare e la prima frazione si chiude sul 3-2 per gli ospiti. Nella ripresa Da Costa infiamma il PalaCampagna con una giocata di grande livello tecnico e con una conclusione potente e precisa che ristabilisce l’equilibrio in campo. D’Amelio riscatta l’errore della prima frazione con alcuni interventi che salvano il risultato, mentre al 4’31’’ si verifica l’episodio che cambia la storia del match: Da Costa, liberato al tiro, non riesce a superare Sinno, la sfera finisce sui piedi del carioca Da Silva che salta in velocità tre avversari, prima di servire l’accorrente De Crescenzo che, a porta vuota, non fallisce il gol del nuovo sorpasso irpino. Il Bernalda crolla e la capolista ne approfitta, andando in rete ancora con De Crescenzo e con l’ex Milano André Fantacele. Il fantasista si ripete al 13’23’’ chiudendo i conti per il definitivo 7-3. Nel finale il Bernalda tenta la mossa del portiere di movimento, ma i lucani non riescono ad incidere e a ribaltare un risultato che costa al team rossoblù la terza sconfitta consecutiva.


TIME OUT - Il calendario non clemente e la condizione fisica precaria di alcuni giocatori non hanno permesso al Bernalda Futsal di partire con il piede giusto nella sua seconda stagione in Serie B: ora, con il turno di riposo, la compagine bernaldese ha dieci giorni per preparare i prossimi impegni tra Coppa Italia e campionato, per provare ad invertire un trend negativo e per regalare al pubblico del PalaCampagna le prime soddisfazioni.


RASULO EDILIZIA BERNALDA: D’Amelio, Acito, De Moraes, Dilucca, Laurenzana, Grossi, Da Costa, Bellaver, Girardi, Mianulli, Caruso, Fusco. Allenatore: De Moraes
SANDRO ABATE: Sinno, Gigliofiorito, Attanasio, Fantacele, Eric Da Silva, Stefanoni, Mazzocchi, De Stefano, Botta, De Crescenzo, Thiago. Allenatore: Comella
ARBITRI: Granata di Sala Consilina e Crocifiglio di Napoli. CRONO: Lari di Potenza
MARCATORI: 0’50’’pt Fusco, 3’26’’pt aut Bellaver, 6’05’’pt, 16’41’’pt Da Silva, 9’34’’pt De Moraes, 3’21’’st Da Costa, 4’31’’st, 7’05’’st De Crescenzo, 13’11’’st, 13’23’’st Fantacele.
AMMONITI: Fusco, De Moraes.


Ufficio stampa Bernalda




COPIA SNIPPET DI CODICE