skin adv

Senise, k.o. e finale inglorioso: la squadra di Masiello cade col Pisticci

 14/01/2018 Letto 280 volte

Categoria:    Serie C1
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    FUTSAL SENISE





Quella di oggi doveva essere una giornata di festa per il futsal; al PalaMonteCotugno, infatti, si sono affrontate due neopromosse, Senise e Pisticci, i cui giocatori e dirigenti si conoscono molto bene. I buoni propositi della vigilia sembrano trovare conferma nel minuto di raccoglimento iniziale che le due squadre hanno voluto fortemente celebrare in modo congiunto per commemorare la prematura scomparsa dei familiari di Taccogna e Pisapia. L'epilogo, invece, non poteva essere peggiore con una rissa che ha coinvolto praticamente tutti, dai giocatori, al pubblico, agli addetti ai lavori, scrivendo una delle pagine più nere del futsal senisese e che non merita nessun altra citazione in quest'articolo.

PRIMO TEMPO - Venendo alla gara si può dire che i bianconeri padroni di casa scendano in campo letteralmente addormentati nei primi minuti di gioco; la sveglia suona tre volte ed ha il brusco rumore dei gol di Albano, Di Trani e Cosmiano D'Onofrio così che, dopo appena sei giri di lancette, gli ospiti vanno già sullo 0-3. Il Senise cerca di trovare la sua quadratura ma sembra incapace di reagire; l'occasione per riaprire il match si presenta al minuto 17 quando Margarita viene atterrato in area da Barbalinardo, su dischetto si presenta Taccogna che, però, si fa ipnotizzare dall'ottimo Pisapia. Quattro minuti più tardi lo stesso Margarita ha la possibilità di sfruttare il sesto fallo di squadra commesso dal Pisticci ma sul tiro libero è ancora una volta bravo Pisapia in chiusura. Al terzo tentativo concreto gli uomini di Masiello accorciano le distanze con una bella giocata in area di Gallitelli che elude il portiere ospite in uscita e deposita in rete. A trenta secondi dal termine della prima frazione anche il Pisticci ha l'occasione di trasformare un tiro libero concesso per un'ingenuità di Gallitelli ma D'Onofrio spara alto sopra la traversa.

SECONDO TEMPO - L'inizio del secondo tempo è un déjà vu del primo con il Senise capace di farsi sorprendere ancora una volta sugli sviluppi di una rimessa laterale; palla scodellata dolcemente al centro da Albano e Laviola, indisturbato, indovina la volé che riporta a tre i gol di vantaggio degli ospiti. La partita diventa nervosa e confusionaria con molti ammoniti da una parte e dall'altra, complice la giornata no del duo arbitrale Cardettini-D'Alessandro. In questa confusione il Senise non si perde d'animo e trova i due gol che riaccendono gli animi dei presenti; Rusciani prima e Taccogna poi, sugli sviluppi di un angolo, fanno vacillare le certezze del Pisticci. A cinque dal termine Rodriguez Cabrera spacca la porta sul secondo tiro libero della gara concesso ai padroni di casa e fa esplodere il pubblico di Senise; pubblico che potrebbe ancora far festa quando ancora Taccogna subisce l'ennesimo fallo a metà campo, sul dischetto si presenta ancora una volta l'ala-pivot di Cordova la cui botta centrale è messa in angolo da Pisapia. A questo punto succede l'imponderabile, con la partita recuperata e le occasioni create per passare addirittura in vantaggio, il portiere dei padroni di casa, Rossi, viene espulso per le reiterate intemperanze verso i tifosi avversari e i direttori di gara; un regalo confezionato alla perfezione per i gialloblu che non se lo fanno ripetere due volte e con l'uomo in più sfruttano il pessimo piazzamento difensivo del Senise andando ancora avanti con il tap in sotto porta di D'Onofrio. A spegnere definitivamente la flebile fiammella rimasta accesa per la rimonta dei padroni di casa ci pensa ancora Laviola con un potente diagonale sotto l'incrocio che trafigge il subentrato Cosentino. Seconda sconfitta stagionale casalinga per il Senise che arriva al giro di boa con molti punti interrogativi e un girone di ritorno che si presenta tutto in salita.


Ufficio Stampa Futsal Senise





Pubblicità