skin adv

A ritmo di Blues, Achilli: “Noi siamo l’Olimpus e giochiamo sempre per vincere”

 01/12/2023 Letto 152 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Antonio Iozzo
Società:    OLIMPUS ROMA





Novembre si è chiuso con un’altra prova di forza, il 7-1 rifilato allo Sporting Hornets nell’andata degli ottavi di Coppa Divisione. Un risultato che profuma tanto di sentenza, oltre a rappresentare l’ennesima conferma da parte di una squadra fin qui dominante, a prescindere dalle competizioni. Già, questo Olimpus fa davvero paura: sempre e comunque, in tutte le categorie. Vietato, però, adagiarsi: dicembre, infatti, sarà un altro mese di fuoco per i Blues, attesi subito da un mini ciclo terribile in Serie A, con tre gare in otto giorni. Il prossimo esame sarà a Cisterna di Latina, contro l’Active.

“Siamo stati molto bravi a disputare una grande partita, nonostante un inizio non in linea con i nostri piani”, premette Simone Achilli, tornando sul settebello calato mercoledì. Un risultato netto ma non definitivo: “La qualificazione è ancora da conquistare - il monito -. Nel nostro sport non si può mai abbassare la guardia: il PalaLevante, inoltre, è un campo veramente ostico”.

Il numero 8 tiene alta la concentrazione, pur riconoscendo l’enorme valore di questo Olimpus: “Siamo una squadra molto forte e completa sotto ogni punto di vista - ammette -. Il nostro segreto, però, è l’essere amici anche fuori dal rettangolo di gioco, cosa che poi emerge chiaramente in campo quando bisogna aiutarsi l’uno con l’altro. Dobbiamo continuare su questa strada perché non abbiamo ancora fatto nulla”. La strada verso la gloria è lunga, meglio ragionare passo dopo passo. O mese per mese: “Sarà un dicembre molto intenso e spesso ci ritroveremo a giocare lontano dal PalaOlgiata”, osserva il laterale, pronto per le prossime battaglie. “Ci stiamo preparando al meglio, solo lavorando duro si ottengono risultati importanti”.

Active, Feldi, Came. Tutto in otto giorni: “Ragioniamo di gara in gara, senza risparmiarci, perché in questa Serie A ogni sfida è difficile da vincere”, avvisa il classe 2001. Niente calcoli e testa, dunque, solo ai viterbesi: “Domenica affronteremo una formazione che può contare su un roster lungo e di livello, ma noi siamo l’Olimpus ed entriamo sempre in campo per imporre il nostro gioco e conquistare i tre punti”, conclude Achilli. Vincere e basta: tutto il resto non conta.


Antonio Iozzo



COPIA SNIPPET DI CODICE











-->