skin adv

Olimpus, basta errori. Briotti: “Prestazioni buone, ma col Polistena servono i 3 punti”

 22/10/2021 Letto 364 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Alessandro Pau
Società:    OLIMPUS ROMA





Dopo quattro giornate di Serie A l’Olimpus Roma ha raccolto solamente quattro punti, frutto di una vittoria, un pareggio e due sconfitte, tra cui quella maturata nel turno infrasettimanale, col Padova, nell’esordio casalingo stagionale. Un avvio sicuramente sottotono per i Blues, ma niente drammi: le prestazioni lasciano ben sperare.

PARTENZA TOSTA - Il calendario ha messo subito le squadre di A di fronte a cinque giornate nel giro di circa 20 giorni. Una partenza complicata da gestire a livello fisico, per questo è il professor Gianluca Briotti, preparatore atletico dell’Olimpus Roma, a spiegare come i Blues hanno affrontato questa situazione: “Il calendario lo conoscevamo già da prima, e questo ci ha permesso di lavorare durante la preparazione in funzione di questo mese - afferma -. Sapevamo che ci saremmo allenati poco in settimana, ma ogni volta che lo facciamo i ragazzi rispondono alla grande. Se il calendario fitto abbia influito sui risultati? No, non ci sono alibi: è lo stesso per tutti - sottolinea il prof. Briotti -. Non è semplice, ma dobbiamo rispettarlo”.

Inevitabile che in casa Olimpus ci sia del rammarico per aver raccolto pochi punti nelle prime giornate di Serie A: “Nonostante i risultati, la squadra ha dimostrato un grande sviluppo dalla prima giornata in poi - spiega -. Abbiamo sistemato parecchie cose che non andavano. C’è ancora qualche problema, certo, ma i miglioramenti sono evidenti”. Col Padova, di fatti, lo 0-2 finale non racconta perfettamente l’andamento del match: “Chiunque abbia guardato la partita ha visto il grande numero di occasioni che abbiamo creato - racconta il preparatore atletico -, e anche che il loro gol dell’1-0 è arrivato su un nostro errore in fase difensiva su un calcio d’angolo. Prendere gol ci sta, il problema è non aver segnato”. Di fatti l’Olimpus finora ha segnato 10 reti: solo cinque squadre hanno fatto peggio. “Il nostro potenziale offensivo è maggiore di questo - osserva -, abbiamo giocatori forti che sanno fare molto di più”.

POLISTENA - Il quinto turno di Serie A vede l’Olimpus impegnato fuori casa, al PalaBotteghelle di Reggio Calabria, per sfidare il Cormar Futsal Polistena, squadra incontrata lo scorso anno nelle semifinali di Coppa Italia di Serie A2: “Stiamo studiando attentamente la partita - prosegue Briotti -. Sarà giocata sull’agonismo e sui ritmi alti. Loro, come noi, hanno necessità di fare punti. Rispetto all’anno scorso siamo entrambe più forti: stavolta non esistono partite semplici”. Per l’Olimpus non c’è più tempo: questa è una partita da vincere. “Non possiamo continuare a lasciare punti per strada - afferma -. Le prestazioni sono ottime, ma poi servono anche i tre punti. Quello del Polistena è un campo complicatissimo, un trasferta lunga, difficile ma da vincere”. Quarta trasferta in cinque turni per i Blues, compresa la gara della Sky Arena di Salsomaggiore: avvio complicato, ma siamo solo all’inizio.


Alessandro Pau

 




COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità