skin adv

Colpaccio della Menegatti Metalli; dal Cosenza arriva Batata Alves, specialista in promozioni: "Darò il sangue per la maglia"

 16/10/2015 Letto 648 volte

Categoria:    Serie A2
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    MENEGATTI METALLI





Direttamente dal Cosenza in Serie A sbarca a Zanè un centrale/laterale col vizietto del gol che garantirà un ulteriore salto di qualità alla rosa di mister Diego Albertini

Zanè (VI) – Quando certe occasioni si verificano, si deve essere bravi e veloci a coglierle al volo. E quando sul mercato finisce un giocatore del livello assoluto di Jonatas Josè Alves, conosciuto da tutti come Batata, è inevitabile che la concorrenza sia agguerritissima e che in tante società cerchino di fare carte false per accaparrarselo. Ma la Menegatti Metalli ha saputo trovare le giuste argomentazioni per avere il fatidico “si” da questo laterale e difensore che arriva da quelle sono ormai le ceneri del Cosenza in Serie A. La società calabrese si è infatti ritirata dal campionato, con il conseguente svincolo di tutti i propri tesserati. Batata è un giocatore di grande sostanza e carisma, forte caratterialmente e tecnicamente, con una spiccata dote realizzativa nonostante il suo ruolo sia prevalentemente difensivo.  Nato in Brasile a Curitiba il 28 febbraio 1982, è arrivato in Italia cinque anni fa per difendere la maglia del Caffè Toraldo in Serie A2; in questa prima esperienza nel Bel Paese subito 15 reti all’attivo. L’anno successivo passa al Napoli Ma. Ma. Futsal, dove gioca una stagione di alto livello e guida la sua squadra alla Final Eight di Coppa Italia e ai play off promozione con la bellezza di 17 reti messe a segno. Questo campionato da protagonista gli vale poi la chiamata in Serie A del Pescara. A stagione inoltrata arriva poi il trasferimento al Giuriato Vicenza, con la sua prima esperienza in provincia, contribuendo con 14 reti alla vittoria del campionato di Serie A2. Due anni fa poi ha vinto un altro campionato di Serie A2, stavolta con la maglia del New Team Gorizia, con 13 gol all’attivo. L’anno scorso è stato tra i protagonisti assoluti della cavalcata vincente dell’Atletico Belvedere, con cui ha vinto il campionato di Serie A2. Tre promozione consecutive ne testimoniano il valore e l’attitudine a lottare per vincere. Quest’anno aveva iniziato la stagione al Cosenza Futsal in Serie A, ma i problemi finanziari del club hanno portato la dirigenza calabrese a ritirare la squadra dal campionato. Ed ecco dunque Batata: “Per me è una grandissima soddisfazione ed un grandissimo piacere far parte della famiglia Menegatti Metalli –le sue prime parole in rossonero- quindi vi aspetto tutti sabato al Pala Zanè contro l’Aosta per conoscerci, se sarete numerosi avremo un giocatore in più su cui fare affidamento. Da parte mia una cosa è certa: darò il mio sangue in campo come sempre per questa maglia”.

Dal Giornale di Vicenza

Serie A2. Batata si presenta alla Menegatti Metalli: “Ho voluto fortemente questa maglia; darò il sangue per difenderla”
L’ultimo arrivato in casa rossonera spiega le motivazioni che lo hanno portato ad accettare questa offerta rispetto alle tantissime altre che aveva ricevuto: “Cercavo una società seria che desse tranquillità a me e alla mia famiglia; qui so già che mi troverò benissimo. Non vedo l’ora di cominciare”.

Zanè (VI) – Chi l’avrebbe detto che la Menegatti Metalli sarebbe riuscita a superare una nutritissima concorrenza e ad acquisire le prestazioni di un giocatore di livello assoluto come Jonatas Josè Alves, meglio conosciuto da tutti nell’ambiente del futsal come Batata? Ebbene in pochi ci credevano; ma la società rossonera non ha mai mollato le speranze di arrivare a questo giocatore di livello assoluto che stava giocando da protagonista in Serie A con la maglia del Cosenza. E adesso Batata è diventato un giocatore rossonero; con lui abbiamo realizzato la prima intervista da giocatore della Menegatti Metalli.

Batata, benvenuto alla Menegatti Metalli. Che sensazioni stai provando dopo la conclusione di questa trattativa lampo?
“Sono molto felice, non ci sono parole per descrivere la mia gioia in questo momento. So di avere scelto una società seria, che lavora bene sotto tutti i punti di vista. Conosco bene lo sponsor Menegatti, i ragazzi, e il mister: so già che sono una squadra molto buona, e sono sicuro che tutti insieme potremo fare una stagione ricca di soddisfazioni”

Cosa ti ha portato ad accettare questa offerta rispetto alle altre che avevi ricevuto?
“E’ vero. In questi giorni ho ricevuto davvero tante offerte. Ma la cosa più importante per me e la mia famiglia è la correttezza delle persone. Conosco bene Menegatti, e so bene che la società è seria; dopo quello che ho passato in questo ambiente, puntavo a trovare una soluzione che garantisse tranquillità per me e la mia famiglia. Conosco la società e sono sicuro che starò bene in questa nuova realtà”

Con quali motivazioni ti appresti a vivere questa nuova avventura sportiva e umana?
“La mia motivazione è grandissima; ho da dimostrare ancora tanto. A Cosenza era appena iniziata la stagione, stavamo facendo bene dopo le prime due partire, avevamo vinto a Montesilvano e giocato bene contro Rieti. Adesso ho ancora più voglia di far bene e togliermi delle grandi soddisfazioni coi nuovi compagni: farò ancora di più per portare la Menegatti in Final Eight Coppa Italia e provare ad arrivare più in alto possibile in questa stagione”

Per te si tratta di un ritorno a Zanè. Che ricordo hai della tua prima esperienza?
“Non potrò mai dimenticare il campionato che abbiamo vinto insieme; è un ricordo che mi porterò sempre dentro. Abbiamo vinto un campionato durissimo, eravamo in pochi, ma abbiamo vinto grazie ad un gruppo buonissimo”

Conosci già qualcuno dei tuoi nuovi compagni?
“Quasi tutti! Conosco benissimo Santana, Sampaio e Sgolastra, senza dimenticare Marcante e Ouattara, ma ho lavorato anche con Diego Albertini e Giorgio Troiani, tutte persone che sono state importanti nella mia scelta; ho giocato da avversario anche contro Alemao e Belloni, quindi non sarà una grossa sorpresa trovarmi in campo coi nuovi compagni”

Considerato il livello della squadra, ma anche un inizio non proprio esaltante, quale credi dovrà essere l'obiettivo stagionale?
“La prima cosa è che tutti dobbiamo dare il massimo ogni allenamento e partita, come sempre; abbiamo tutti giocatori bravi. E’ vero, non siamo partiti proprio bene, ma dobbiamo vincere già sabato per non far scappare le primissime della classe. Dobbiamo arrivare in Final Eight e stare là davanti. La nostra squadra è fatta tutta di giocatori di esperienza, e quindi con l’Aosta dobbiamo vincere per forza per dimostrare il nostro valore e l’attaccamento alla maglia”.

Sabato sarai già al Pala Zanè per la partita con l'Aosta, sperando di poterla pure giocare. Che messaggio ti senti di lanciare ai tuoi nuovi tifosi?
“Che per me è una grandissima soddisfazione ed un grandissimo piacere per me far parte della famiglia Menegatti Metalli, quindi vi aspetto tutti al Pala Zanè per conoscerci, se sarete numerosi avremo un giocatore in più su cui fare affidamento. Da parte mia una cosa è certa: darò il mio sangue in campo come sempre per questa maglia”.

Ufficio Stampa Menegatti Metalli  





Pubblicità