skin adv

De Angelis amaro sugli arbitri: “Fischietti non all’altezza della Serie C1”

 26/11/2013 Letto 812 volte

Categoria:    Serie C1
Autore:    Francesco Carolis
Società:    FUTSAL PALESTRINA





Gianluca De Angelis, Direttore Sportivo del Palestrina, esprime tutta la sua amarezza sulle prestazioni della classe arbitrale nel massimo campionato regionale: il dirigente della società prenestina lamenta l’inadeguatezza di alcuni direttori di gara presenti in Serie C1 completando il suo pensiero con un’analisi generale sull’inizio di stagione del Palestrina.

Giungono da più parti lamentele sugli arbitri: cosa pensi al riguardo?
“Devo associarmi alle critiche piovute da varie società sull’operato degli arbitri: ho visto con i miei occhi situazioni incomprensibili ed errori banali da parte di fischietti che a mio parere non sono all’altezza della C1. Purtroppo sono molti anni che si fanno questi discorsi e le valutazioni sulla situazione arbitrale appaiano sempre uguali: in questa stagione inoltre è cambiato il formato delle retrocessioni e c’è il rischio concreto di penalizzare più di qualche società qualora si ripetessero errori grossolani da parte degli arbitri.”

Il Palestrina proviene da sette anni di campionati nazionali: come giudichi il livello attuale della C1?
“E’ evidente che ci sono differenze significative tra il nazionale e regionale, l’agonismo è uno dei fattori chiave di questo campionato così come la regola dell’Under 21: chiaramente è avvantaggiato chi ha la possibilità di schierare il portiere come giovane, tuttavia sono fiero della nostra politica di far giocare Under di movimento. Faccio i complimenti sia al mister, che gestisce alla grande questa situazione, sia agli elementi “anziani” della rosa, che aiutano i più giovani ad integrarsi e a crescere settimana dopo settimana: molti ragazzi giocano anche nella Juniores e non è facile reggere l’intensità di due partite in un solo weeekend, di conseguenza sono veramente contento dell’abnegazione, dello spirito di sacrificio e della continua voglia di migliorare che vedo nei loro occhi.”

E’ sicuramente uno dei campionati più equilibrati degli ultimi anni: il vostro obiettivo resta la salvezza o avete intenzione di stupire tutti?
“Vogliamo salvarci e un obiettivo del genere si raggiunge esclusivamente con la serenità: il campionato è comunque lungo e possono accadere tante cose, noi pensiamo e penseremo alla salvezza facendoci trovare pronti qualora si aprissero nuovi scenari.”


Francesco Carolis 




COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità