skin adv

Lpg Casoria, Massimo Rotondo il nuovo diggì: "Prima le parole, poi i fatti"

 12/08/2016 Letto 537 volte

Categoria:    Serie B
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    FUTSAL CASORIA





La Lpg Futsal Casoria comunica che il ruolo del direttore generale, a partire dalla prossima stagione, sarà ricoperto da Massimo Rotondo. Dopo la sua esperienza triennale a Monteruscello tra B e A2, Rotondo approda a Casoria portando in dote tutta la sua professionalità ed esperienza per centrare gli obiettivi prefissati dalla società alla sua prima partecipazione ad un campionato nazionale.

 

PRIMA I FATTI POI LE PAROLE - L’operazione-Rotondo non è nata ad agosto, come si evinceva da alcune foto di presentazione dei nuovi innesti, ma il nuovo direttore generale casoriano ha preferito parlare dopo che la partecipazione al campionato di B fosse ufficiale. Prima i fatti e poi le parole: è da sempre il mantra di Massimo Rotondo.

 

Dalla Partenope all’Lpg Group: cosa ti ha spinto a scegliere questa nuova avventura?

“Una serie di motivi mi hanno portato all’Lpg. Inizialmente avevo deciso già da qualche mese, avendolo già comunicato alla Partenope, di rassegnare le dimissioni e prendermi un po’ di tempo per riflettere, ma appena lo hanno saputo i miei amici Gennaro Rizzo e Vincenzo Russo, hanno fatto sì che incontrassi il presidente Lipori il quale mi ha esposto dettagliatamente quello che aveva intenzione di fare con la sua squadra e abbiamo deciso di intraprendere questo percorso insieme. Ero già a conoscenza della stima (reciproca) del presidente, quindi è stato semplice gettare le basi per assicurare un futuro a questa società”.

 

Cosa, invece, ti porti dentro del triennio a Monteruscello?

“Del triennio alla Partenope porto via tantissima amarezza mista a rabbia, poiché so bene cosa è stato fatto per il club, praticamente l’ho vista nascere e ricordo perfettamente tutti i passaggi per far sì che questa società avesse un futuro, ma purtroppo tutto è stato vano. Un vero peccato considerando i risultati della prima squadra (alla soglia dei play off), Under 21 (per due anni tra le prime 8 d’Italia), la finale scudetto Allievi, e non ultimo la vittoria della coppa Disciplina”.

 

Ritrovi Iazzetta, Madonna, Torelli e Loasses con i quali hai vissuto esperienza straordinarie alla Partenope. Che sensazioni hai provato?

“Approdare all’Lpg e ritrovare giocatori che conosco bene può essere un vantaggio per me, magari il mio vecchio capitano Iazzetta, insieme a Madonna e Torelli, possono darmi qualche consiglio per facilitare il mio inserimento nella squadra”.

 

Che obiettivi ti poni nella tua nuova esperienza?

“I miei obiettivi personali devono per forza di cosa collimare con quelli dell’Lpg, innanzitutto. Diciamo che questo è l’anno zero per questa società, e nei nostri incontri con il presidente e gli altri dirigenti abbiamo convenuto che si è chiuso un macro ciclo e contestualmente si apre un ciclo nuovo di cui ho il piacere e la responsabilità di avviare, e con l’aiuto di tutto lo staff dirigenziale dobbiamo lavorare affinché questa società si assesta stabilmente nelle categorie nazionali”.

 

Che obiettivi e priorità ha, invece, la società alla sua prima esperienza in cadetteria?

“Gli obiettivi della società è sicuramente la permanenza in cadetteria visto che siamo una società che si affaccia per la prima volta in un campionato nazionale. Mantenere la categoria è un imperativo assoluto e poi dobbiamo farci conoscere e avere rapporti cordiali e amichevoli con tutte le società che andremo ad incontrare: queste sono le priorità iniziali”.

 

Mercato: sono arrivati Mandragora, Loasses, Andreozzi e Torre. E’ stata confermata gran parte della squadra della passata stagione, eccezion fatta per Telemaco. Sei soddisfatto delle operazioni?

“Il mercato è stato pianificato sin dai primi incontri con mister Rizzo, il quale aveva le idee chiarissime sui giocatori che facevano al suo caso e fortunatamente abbiamo avuto pochissimi problemi in fase di futsal mercato, avendo vita facile con gli sforzi del presidente Lipori, ad accontentare il tecnico. Sono ampiamente soddisfatto dell’arrivo di Andreozzi, Loasses, Mandragora e Torre, unitamente alla conferma dello zoccolo duro dell’Lpg, crediamo di avere messo a disposizione di mister Rizzo un roster che farà di tutto per restare in B. Inoltre voglio ricordare che abbiamo affidato a coach De Martino una buona under 21 e sono sicuro che i nostri ragazzi metteranno in seria difficoltà il mister della prima squadra perché, secondo me, 4-5 ragazzi sono pronti per dare una mano in prima squadra. Stiamo ristrutturando anche tutto il settore giovanile e abbiamo individuato nel sig. Nocchiero il responsabile. Tutto questo grazie al lavoro certosino di Vincenzo Russo, che mi ha supportato e, soprattutto, sopportato”.

 

Lpg inserita nel girone E di serie B: come giudichi il varo dei raggruppamenti?

“Si è vociferato da subito l’inserimento nel girone laziale che con le campane formano un raggruppamento di tutto rispetto. Personalmente sono moderatamente soddisfatto, bisogna ricordare che ci sono delle squadre costruite per vincere, Fondi Marigliano, Viterbo, Mirafin e Saviano su tutte”.

 

Ufficio stampa Lpg Casoria




COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità